#Barcellona. La Festa Provinciale della Polizia celebrata nella città del Longano

Festa Polizia Barcellona 29-9-2015 gCelebrata stamane nella Cattedrale di Barcellona la Festa Provinciale della Polizia. La scelta di organizzarla nella città del Longano è stato un segnale importante, per sottolineare la presenza dello Stato in un territorio difficile come quello barcellonese.

Presenti il sindaco Roberto Materia con la Giunta, il viceprefetto vicario di Messina Maria Antonietta Cerniglia, le autorità militari, il procuratore della Repubblica del Tribunale di Barcellona Emanuele Crescenti e alcune classi delle elementari e medie dell’istituto Capuana. Tra i presenti anche il sindaco di Messina Renato Accorinti, il presidente del Consiglio comunale Emilia Barrile e il presidente dell’ antiracket Liberi Tutti Sofia Capizzi.

“Se siamo qui è per invocare l’intersezione tra San Michele Arcangelo e Gesù, che stanno sempre dalla parte del bene -ha dichiarato il vescovo vicario Gaetano Tripodo. Per sconfiggere il male non servono le apparenze, ma la sostanza”.

Aggiornamento 16.21

Nel giorni in cui la Chiesa ricorda San Michele Arcangelo, protettore della Polizia, l’ contro tutte le mafie “Paolo Vive” rinnova il proprio ringraziamento a tutti gli uomini e le donne di buona volontà che indossando la divisa onorano lo Stato garantendo la sicurezza dei cittadini.

Il lavoro svolto dalle forze dell’ ordine nella città di Barcellona P.G. è straordinario, basti pensare alle innumerevoli operazioni contro la criminalità organizzata o agli arresti operati in contrasto al fenomeno della micro-criminalità. Per tutto questo diciamo grazie a chi, ogni giorno, a rischio della stessa vita, decide di indossare una divisa per il bene di tutti.

 

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.