La poesia come arte maieutica: “Persistenze” di Stefania La Via

La raccolta poetica “Persistenze “ (Màrgana edizioni, Trapani ,2021 pagine 121) di Stefania La Via, docente di lettere ed attenta ricercatrice del passato, è un florilegio di liriche che, nel sottolineare aspetti e tematiche consuete della  quotidianità, non tralascia di ripercorrere a ritroso il tempo, consentendo  così,  al lettore, di

Leggi tutto

Eleonora Mirabella, la siciliana artefice della fortuna della propria famiglia nonostante la legge

Il diritto italiano riconosce la donna come soggetto di diritto per la prima volta nel 1865. Prima di questa data era considerata poco più di un animale. La donna era un possesso. Doveva fare quello che le dicevano il padre e il fratello primogenito e poi il marito. Quest’ultimo era scelto

Leggi tutto

“Da Bach ai Queen” chiude gli eventi del cartellone di Natale del Teatro Vittorio Emanuele

MESSINA. “Da Bach ai Queen” è l’ultimo degli eventi del cartellone di Natale del Teatro Vittorio Emanuele. L’appuntamento è per mercoledì 5 gennaio alle 21. Una straordinaria avventura musicale che avrà come mattatore assoluto Stefan Milenkovich, uno dei più grandi violinisti del mondo. Con lui, l’Orchestra del Vittorio Emanuele, diretta

Leggi tutto

Terremoto1908. L’inferno per 37 secondi e poi l’oblio della memoria

MESSINA. Il 27 dicembre del 1908 iniziò come tutti gli altri giorni anche a Messina. Nessun segno premonitore, nessun avvertimento particolare. Solo il clima delle festività natalizie. Che per chi non aveva problemi economici si traduceva in feste e balli e per tutti gli altri in un momento di tregua e

Leggi tutto

Terremoto1908. Soccorsi inefficienti e saccheggi in uniforme

MESSINA. “Oggi la nave torpediniera Spica, da Marina di Nicotera, ha trasmesso alle ore 17,25 un telegramma in cui si dice che buona parte della città di Messina è distrutta. Vi sono molti morti e parecchie centinaia di case crollate. È spaventevole dover provvedere allo sgombero delle macerie, poiché i

Leggi tutto

Terremoto1908. La leggenda del fantasma del 28 dicembre

MESSINA. Anche il terremoto del 1908 ha i suoi fantasmi. Questa storia, poco conosciuta per la verità, ce la racconta il signor Nicola D. “Molti anni fa frequentavo assiduamente un mio cugino che abitava in una delle traverse vicine al Monte di Pietà. Una sera, come facevamo spesso durante il periodo

Leggi tutto

Terremoto1908. Il ricordo dei discendenti dei sopravvissuti

MESSINA. L’alba del 28 dicembre 1908 cancellò intere famiglie. Molti dei superstiti preferirono lasciarsi per sempre alle spalle quel carico immenso di dolore e trasferirsi altrove per provare a ricominciare. Ma ci fu anche chi scelse di restare a Messina, a dispetto di tutto. Quelle che raccontiamo in questo articolo,

Leggi tutto

Terremoto1908. Messina alla ricerca della memoria perduta

MESSINA. All’indomani del terremoto l’opinione generale era quella di cancellare per sempre Messina e di lasciarla solo come testa di ponte ferroviario. Solo l’ostinazione di pochi politici messinesi sopravvissuti bloccò questo progetto e il 12 gennaio 1909 il Parlamento votò il finanziamento per la ricostruzione della città. A Luigi Borzì fu

Leggi tutto

Terremoto1908. Messina e l’Eldorado già finito all’inizio del XX secolo

MESSINA. L’abolizione del porto franco, l’acuta depressione dell’economia internazionale, la crisi politica con i clericomoderati alla guida della cosa pubblica, trasformano profondamente la città che già in precedenza, nel XVIII secolo, aveva dovuto affrontare i segni della rivolta antispagnola. ”All’inizio del Novecento Messina era una città che stava pian piano

Leggi tutto

Terremoto1908. Quando il Parlamento votò la ricostruzione di Messina

MESSINA. Subito dopo il terremoto del 28 dicembre 1908 la stragrande maggioranza dell’opinione pubblica chiedeva di cancellare Messina e farne una testa di ponte delle Ferrovie. Solo l’ostinazione di un pugno di politici messinesi sopravvissuti al sisma bloccò questo progetto e il 12 gennaio 1909 il Parlamento italiano votò il

Leggi tutto

Terremoto1908. Lotta di classe a Messina e analisi del declino

MESSINA. Agli albori del Novecento borghesia imprenditoriale e lavoratori si cimentavano con due sfide complementari, che i tragici evento del terremoto del dicembre del 1908 interruppero tragicamente. Intorno al porto di Messina, alle attività agrumarie e in generale all’import-export delle produzioni siculo-calabresi era cresciuta nella fine dell’Ottocento una classe imprenditoriale attiva

Leggi tutto