#Palermo. Truffa dei pannoloni all’ASP, 6 arresti per falsi rimborsi

ASP PalermoRimborsi spese per l’acquisto di pannoloni ad anziani che però erano morti da tempo. E’ uno dei tanti particolati emersi al culmine di un’inchiesta che prese l’avvio da un esposto presentato dal direttore generale dell’ASP Antonio Candela. Stamane gli arresti, tra i quali 3 farmacisti.

Dopo alcuni riscontri i carabinieri avevano piazzato telecamere nell’ufficio di Pietro Li Sacchi, 41 anni, funzionario dell’ufficio H del Dipartimento di Riabilitazione con sede nell’ospedale Guadagna.

In questo modo i militari hanno scoperto tutte le fasi della truffa. In vari passaggi si assegnavano pannoloni a pazienti morti o inesistenti grazie ad autorizzazioni, mentre i farmacisti oltre al rimborso rivendevano di nuovo i pannoloni. Nella truffa delle false certificazioni vi sono anche i prodotti per celiaci.

Ed è scattata l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di 6 persone. Si tratta di 3 farmacisti,

del titolare di una parafarmacia, di un dipendente ASP e di una sesta persona che aveva il compito di corriere. Gli arrestati sono accusati, a vario titolo, di concorso in falso, accesso abusivo al sistema informatico e truffa aggravata al Servizio Sanitario.

L’inchiesta, avviata nel 2013 dai carabinieri della sezione di polizia giudiziaria della Procura, ha scoperto un meccanismo che permetteva agli indagati di conseguire profitti illeciti attraverso l’alterazione delle autorizzazioni emesse dall’ASP per la distribuzione in regime di convenzione, presso le farmacie e parafarmacie, di prodotti per l’incontinenza e per celiaci.

Gli arrestati sono Giuseppe Pepe, 55 anni, socio accomandatario della farmacia Trossarelli di via Francesco Paolo Perez, nella zona della Stazione centrale, Gaetano Sirchia, 66 anni, titolare della farmacia Del Vespro di corso Tukory, Diego Genovese, 74 anni, proprietario di una farmacia sempre in corso Tukory, Andrea Lo Iacono, 38 anni, titolare di una parafarmacia con sede in via Carlo Pisacane, Pietro Li Sacchi, 41 anni, funzionario dell’ufficio H del Dipartimento di riabilitazione con sede all’interno dell’ospedale Guadagna e  Giuseppe Vallino, di 44 anni.


Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.