Caltanissetta, a Delia il terzo tempio crematorio della Sicilia

CALTANISSETTA. Aprirà a breve, e sarà operativo già entro il mese di aprile, il Tempio crematorio di Sicilia, a Delia, nel centro dell’Isola, gestito dalla Acquaviva. Attualmente sono soltanto due i tempi crematori già operativi in Sicilia. “Il Tempio di Sicilia – spiega Pietro Lavarini, amministratore della società– è stato progettato ponendo la massima attenzione ai temi ambientali ed etici. L’utilizzo delle migliori tecnologie sul mercato, innovative e sicure, e dei più avanzati sistemi di filtrazione per l’abbattimento dei fumi di scarico (con livello di emissioni sensibilmente inferiori ai valori minimi di legge), garantisce alla popolazione siciliana la massima della salute pubblica e dell’ambiente. Oltre a fornire un servizio importantissimo alla popolazione dell’Isola, vista la grave carenza di altri impianti in Sicilia, e la condizione in cui versano molti cimiteri ormai sempre più saturi – continua Lavarini – la costruzione dell’impianto ha già avuto ricadute positive sull’economia del territorio: le aziende e le maestranze impiegate nell’esecuzione dell’ sono state totalmente acquisite sul territorio siciliano, cosi come i materiali integralmente di fattura isolana. A esclusione degli impianti di cremazione e di alcune attrezzature specialistiche, anche tutte le forniture sono state commissionate ad aziende che hanno sede in Sicilia, per un valore complessivo di oltre

1 milione di euro. Infine, quando l’impianto sarà a regime, si prevede l’impiego a tempo indeterminato di almeno 7-8 addetti, tutti reperiti sul territorio regionale”. La costruzione del Tempio di Delia ha previsto un quadro economico per impegno di spesa di 2.439.500 euro totalmente finanziato da fondi privati, senza oneri di alcun tipo a carico delle amministrazioni pubbliche o del Comune di Delia. Inoltre, per il periodo di gestione la società concessionaria Acquaviva SrL verserà al Comune di Delia 225.000 euro, a cui si devono aggiungere le opere in compensazione e i lavori a beneficio pubblico eseguiti all’interno del cimitero comunale, per la somma complessiva di 310.000 euro. Tutti i percorsi sono stati studiati per compensare eventuali dislivelli e verranno presto installate anche colonnine per la ricarica elettrica. La concessione rilasciata dal Comune di Delia alla Acquaviva SrL prevede che la stessa, oltre a farsi carico di tutte le spese sostenute dall’Amministrazione Comunale per la pubblicazione del bando di gara, per oneri di controllo e collaudi, accatastamenti e quant’altro, applicherà ai cittadini residenti nel comune da almeno 3 anni una percentuale di sconto pari al 50% sulle tariffe di legge, che dovrà essere applicato anche nel caso di esumazioni nel cimitero comunale di Delia.

Tempio crematorio Sicilia