Vulcano, consegnati al Parco archeologico delle Isole Eolie reperti archelogici sequestrati

MESSINA. Nei giorni scorsi i militari della Stazione Carabinieri di Vulcano hanno consegnato al “Parco archeologico delle Isole Eolie e Museo Luigi Bernabò Brea” alcuni reperti archeologici di valore storico-culturale, confiscati nell’ambito di un procedimento penale. In particolare sono stati versati uno stamnos a fasce di probabile età greca, un collo di anfora greco/romana, quattro frammenti di pareti, un’anfora a fondo piatto di età greco-romana, due colli di anfora greco/italica del III secolo a.C., un collo di anfora greco/romana, un collo di anfora romana, un’anfora romana. I reperti erano stati sequestrati nel 2015 a seguito di un’attività d’indagine svolta dalla Stazione Carabinieri di Vulcano,

che aveva portato alla denuncia di una persona alla Procura della Repubblica di Barcellona Pozzo di Gotto, perché ritenuta responsabile dei reati di ricettazione e impossessamento illecito di culturali appartenenti allo Stato. Dichiarata la confisca, la Stazione Carabinieri ha richiesto all’Autorità Giudiziaria la specifica destinazione e oggi, con la consegna al museo di Lipari dei vasi, delle anfore e dei frammenti risalenti all’età greco-romana-italica del III sec. a. C. i reperti di valore storico-culturale sono stati restituiti alla collettività.carabinieri archelogia reperti sicilians