Siracusa. Nuovo look per musei e aree archeologiche

Foto Paolo Furrer
Foto Paolo Furrer

Musei e aree archeologiche si rifanno il look. Quattro bandi di  gara per i beni culturali nella città aretusea predisposti dalla Soprintendenza locale, mentre le procedure di aggiudicazione sono state curate dell’Urega, la speciale stazione appaltante regionale. La copertura finanziaria è assicurata grazie a fondi europei del  PO-FESR 2007-2013.

In ordine cronologico, 12 novembre per progettare e realizzare interventi di riqualificazione del museo archeologico Paolo Orsi da 1.800.155 euro. Chi vincerà la gara dovrà redigere il progetto entro 60 giorni ed eseguire l’opera entro 270 giorni.

Al via pure il pubblico incanto per affidare progettazione esecutiva e lavori per le opere di riqualificazione e valorizzazione funzionale della galleria  regionale di Palazzo Bellomo. L’importo a base d’asta è di 977.445 euro. Sessanta giorni per il progetto

e 180 per eseguire i lavori. 21 novembre.

Maxigare per l’area archeologica. Per il primo stralcio della Neapolis, ovvero interventi per migliorare le condizioni di offerta e di fruizione delle aree e dei poli di attrazione culturale e naturale, l’importo complessivo è di 1.697.798 euro. Trenta giorni per il progetto esecutivo e 210 per i lavori. Offerte da presentare entro il 9 gennaio 2015.

Per il secondo stralcio Neapolis, per un importo a  base d’asta di  4.665.362 euro, la è 16 gennaio. Trenta giorni di tempo per il progetto esecutivo e un anno per effettuare i lavori. Le gare saranno espletate in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.  I bandi completi si possono visionare, oltre che sulla “Gazzetta Ufficiale”, sui siti www.euroinfosicilia.it  e  www.regione.sicilia.it/beniculturali/soprisr.

Per ulteriori informazioni, le imprese interessate potranno rivolgersi ai responsabili dei procedimenti  negli uffici della Soprintendenza di Siracusa.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.