Prosa, musica e danza: al via la stagione 2022 del Teatro Vittorio Emanuele di Messina

MESSINA. Il Teatro Vittorio Emanuele apre la nuova stagione con un viaggio di 16 spettacoli. Dalla prosa all’opera lirica passando dalla musica classica e sinfonica, dai classici al contemporaneo per un cartellone che accoglierà il pubblico da gennaio a giugno 2022. Una stagione teatrale che faccia tornare a viaggiare il pubblico attraverso le storie, i classici, le riletture e le sperimentazioni del teatro classico, contemporaneo e dell’opera lirica. Sedici spettacoli per una stagione che emozionerà e farà riflettere ospitando alcuni fra i più importanti protagonisti del teatro italiano impegnati in pièce classiche e contemporanee e capolavori senza tempo. “È un segnale molto chiaro, quello che è arrivato dalla città dopo che il contenimento della pandemia ha consentito di nuovo l’accesso ai luoghi della cultura -spiega il presidente Orazio Miloro. Abbiamo prudentemente riaperto le nostre sale cominciando con la musica e la risposta è stata piena ed entusiasta, a testimonianza di un pubblico non soltanto impaziente di tornare a respirare la bellezza dell’arte, ma maturo abbastanza da apprezzarne anche le forme più raffinate. Sono certo che la stessa accoglienza sarà riservata anche alla prossima stagione teatrale, che si presenta varia e di assoluta qualità . Ci aspettano titoli diversi, dalle rappresentazioni classiche a quelle contemporanee, in un programma

attento a soddisfare tutte le sensibilità di spettatori da sempre affezionati al loro Teatro”. “Finalmente Messina riconquista la normalità di avere di nuovo una stagione di prosa e musica dopo la lunga interruzione dovuta alla pandemia. Sarà una stagione – assicura il soprintendente Gianfranco Scoglio – ricca di grandi interpreti e titoli intramontabili della storia del teatro non rinunciando a qualche nuova proposta, all’opera lirica e alla musica classica e sinfonica. La lunga attesa per i nostri spettatori è finita, finalmente il sipario torna ad aprirsi. Mai come in questa Stagione del Teatro di Messina è stata ribadita la necessità di diversificare la proposta culturale per fare tornare le arti al centro della ripartenza. Una priorità a cui dare concretezza con titoli, artisti e tematiche che facessero tornare il teatro nella quotidianità del pubblico -conclude Scoglio – e che compongono un cartellone qualitativamente e contenutisticamente composito e armonico al tempo stesso. La stagione sarà presentata domani mattina alle 10.45 e all’incontro prenderanno parte il presidente Miloro, i consiglieri di amministrazione Giuseppe Ministeri e Nino Principato, il soprintendente Scoglio, il direttore artistico sezione musica Matteo Pappalardo e il direttore artistico sezione prosa Simona Celi Zanetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *