Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#LegaPro. 0-0 tra Akragas e Messina: quarto pareggio consecutivo per i peloritani

Foto Elena Anna Andronico
Foto Elena Anna Andronico

Altro pareggio per il Messina, il quarto consecutivo. La squadra di Lucarelli impatta per 0-0 contro l’Akragas in un partita bloccata per quasi tutti i 90 minuti. Dopo i pareggi senza reti contro Matera e Fidelis Andria, arriva il terzo 0-0 consecutivo di un Messina che non subisce gol, ma che fatica tremendamente a segnare. Negli ultimi dieci minuti i peloritani hanno provato a rendersi pericolosi, costringendo l’Akragas nella propria metà campo, ma è mancata concretezza e precisione.

Cristiano Lucarelli opta per una formazione composta da giocatori che possono ricoprire più ruoli: a parte il 4-3-3, modulo standard dei peloritani, in settimana il tecnico toscano ha provato anche il 3-4-3, e oggi ha scelto uomini che possono all’occorrenza adattarsi a entrambi gli schieramenti. Berardi confermato in porta, difesa a quattro con Palumbo e De Vito sulle fasce, Rea e Bruno centrali. In mezzo al campo Grifoni farà compagnia a Foresta e Musacci, mentre il tridente è composto da Ferri, Milinkovic e Pozzebon. Panchina dunque per Madonia.
L’Akragas di mister Lello Di Napoli gioca con Pane, Thiago Cazé, Riggio, Salandria, Carillo, Sepe, Coppola, Longo, Gomez, Pezzella, Cochis. In panchina l’ex Cocuzza.

La prima occasione è subito dell’Akragas: calcio di punizione dal limite per un fallo di Rea, che si becca un cartellino giallo. Sul pallone si presenta Gomez che calcia col destro, palla ben salda tra le mani di Berardi. E’ passato appena un minuto, non parte benissimo il Messina con i padroni di casa subito a premere.
Primo quarto d’ora più di marca agrigentina, pericoloso soprattutto a inizio partita. Le sortite offensive dei peloritani sono molto sterili, con qualche calcio d’angolo che però non risulta pericoloso.
Il Messina tira fuori la testa con personalità e recupera campo, rendendosi pericoloso soprattutto sul versante destro d’attacco col trio Palumbo-Foresta-Milinkovic, bravi a creare spazi e potenziali occasioni da gol.

Al 37′ è proprio il numero 10 del Messina a rendersi pericoloso: cross dalla sinistra di Ferri e colpo di testa di Milinkovic

da buona posizione anche se disturbato da un avversario, palla centrale e ben parata da Pane. Risponde l’Akragas al 40′ con Gomez, che una volta entrato in area di rigore punta la difesa del Messina e calcia col sinistro sul palo di Berardi, bravo l’estremo difensore a mettere in calcio d’angolo. Non succede più nulla fino al duplice fischio dell’arbitro. Non è stato un bellissimo primo tempo, anzi.

E’ il Messina a rendersi pericoloso a inizio ripresa con Milinkovic, che al 50′ riceve palla in area di rigore da Pozzebon, un tocco di troppo forse e tiro col sinistro ribattuto dalla difesa dell’Akragas. Ottima occasione sprecata dunque dai peloritani. Si rivedono i padroni di casa al 59′ con Gomez, che ben servito da Longo calcia addosso a Berardi da buona posizione. Bravo comunque in questa occasione anche il portiere del Messina. Ancora padroni di casa vicinissimi al gol sul calcio d’angolo successivo: Cazé colpisce di testa tutto indisturbato in area di rigore, il pallone finisce di pochissimo fuori alla sinistra di Berardi. Primmi cambi, dentro due ex: fuori Mikinkovic per il Messina e Cochis per l’Akragas, dentro rispettivamente Madonia e Cocuzza. Non ce la fa neanche Grifoni, infortunato dopo un fallo subito precedentemente, al suo posto in campo Capua. Siamo al 72‘.

Fase di stanca di una partita abbastanza brutta. Il Messina riesce a manovrare meglio e va vicino al gol con De Vito, che approfitta di uno svarione difensivo dei padroni di casa, ma la sua conclusione da posizione defilata termina sul fondo. Ancora Messina, questa volta sulla destra: Foresta scambia con Ferri, il centrocampista peloritano calcia col destro, palla sul fondo non di molto. Ultimo cambio per il Messina: fuori Ferri, dentro Saitta, siamo al 92′.
Termina così il match dell’Esseneto: 0-0 tra Akragas e Messina, un risultato giusto, con entrambe le squadre mai realmente pericolose nell’arco del match. E’ il quarto pareggio consecutivo per i peloritani, il terzo 0-0. Punticino che muove la classifica di entrambe le squadre, ancora nei bassifondi della graduatoria del girone C.

Foto Elena Anna Andronico
Foto Elena Anna Andronico

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.