Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Barcellona. Un successo l’incontro con Catena Fiorello e il suo romanzo “Picciridda”

 

Un successo di pubblico l’incontro con la scrittrice Catena Fiorello, che al parco Maggiore La Rosa di Barcellona Pozzo di Gotto ha parlato del proprio romanzo Picciridda, scritto nel 2006. L’evento è stato organizzato dalla biblioteca Nannino di Giovanni in collaborazione con l’amministrazione comunale e l’assessorato alle Pari Opportunità e alla Cultura. Ad aprire i lavori Maria Rosa Naselli, che ha affermato: “Abbiamo invitato Catena Fiorello perché è siciliana e perché il suo libro Picciridda è stato uno dei libri più letti e ha superato persino Il codice da Vinci di Dan Brown”. L’assessore Ilenia Torre ha portato i saluti dell’amministrazione comunale, affermando: “E’ per noi un onore ospitare Catena Fiorello. Il suo romanzo vuole lanciare un messaggio di speranza, pur trattando temi risalenti agli anni ’60 ma che ancora oggi sono drammaticamente attuali“. Un excursus emozionante e coinvolgente quello proposto dalla Fiorello, che durante l’incontro ha ripercorso le tappe più importanti della propria carriera di scrittrice, iniziata nel 1982 quando esordì con il primo romanzo Casca il mondo, casca la terra, nel quale ha narrato la storia di una donna sposata con un noto notaio, che vuole dimenticare il proprio passato.

La sua vita è perfetta fino a quando scopre il tradimento del marito. A quel punto diventa amica dell’amante, che è molto più giovane di lui. Riferendosi a questo romanzo, la Fiorello ha sottolineato “che  non dobbiamo giudicare dalle apparenze, ma bisogna attenersi ai fatti”.

Il romanzo più rappresentativo della carriera di Catena Fiorello, come lei stessa ha rivelato, è Dacci oggi il nostro pane quotidiano, nel quale racconta l’epoca della Resistenza. Attraverso un percorso introspettivo l’autrice si racconta e propone 50 ricette tradizionali per descrivere uno dei periodi più drammatici della storia italiana.

Nel romanzo Un padre è un padre invece, ha affrontato un tema coinvolgente, quello del rapporto tra un padre ed una figlia. Il tema centrale è quello della paternità, con una figlia che decide di andare a cercare il padre nonostante la madre le abbia rivelato l’abbandono da parte di quest’ultimo, sullo sfondo di una Catania barocca e semidistrutta. Poi L’amore a due passi e infine, nel 2006, Picciridda, che è stato ristampato di recente, e nel quale si affronta il tema dell’emigrazione e della solitudine di una bambina cresciuta da una nonna severa mentre i genitori sono obbligati a vivere in Germania per la mancanza di lavoro. Un romanzo che racconta la drammatica realtà che molti italiani hanno vissuto e che oggi riviviamo quotidianamente attraverso le immigrazioni in Italia da altri Paesi.

Catena Fiorello è nata ad Augusta, in provincia di Siracusa, nel 1966 ed è un’autrice televisiva di numerosi programmi. Tra questi Buona Domenica e il Festival Bar.