Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Servizi sociali, c’è l’accordo ma il presidio continua

E’ stato raggiunto l’accordo a seguito della riunione tenutasi ieri fra il dirigente del Dipartimento ai Servizi Sociali Salvatore De Francesco, il Ragioniere Generale Ferdinando Coglitore  e i presidenti delle cooperative Nuova Presenza e Nuove Solidarietà Flavia Ioppolo e Grazia Romano. Sarà il Dipartimento stesso a trasmettere gli atti in Ragioneria per il pagamento del netto dei salari arretrati fino al mese di gennaio.

A confermarlo la Fp Cgil che ha incontrato questa mattina il dirigente De Francesco. “E’ una procedura nuova e complessa- sostiene Clara Crocè, segretario generale della FP Cgil. Per questo occorre la collaborazione del Dipartimento con la Ragioneria. I due presidenti di Nuova Presenza e Nuove Solidarietà sono già a lavoro per presentare tutti gli atti e le dichiarazioni di tutti gli adempimenti che hanno già provveduto a pagare”.

Ma la FP

Cgil non ha alcuna intenzione di mollare la presa e ha tutte le intenzioni di continuare i presidi. “Il presidio si protrarrà ad oltranza presso il dipartimento -comunica il sindacato- fin quando non saranno trasmessi gli atti in Ragioneria. Solo dopo ci sposteremo a palazzo Zanca fino alla completa liquidazione degli arretrati”.

Non è finita qui. Ad aggiungersi ai colpi di scena degli ultimi giorni, si aggiunge l’ennesimo affidamento dei servizi di assistenza domiciliare ai disabili, alla cooperativa Onlus Delfino di Catania, che fino a poche ore fa si era ritirata. “Abbiamo contattato telefonicamente il presidente della cooperativa- comunica la FP Cgil. Pare che ci sia stato un ripensamento, ma che arriverà ufficialmente solo stasera o domani mattina.

Sembra di stare a Carràmba, Che sorpresa!– ironizza Clara Crocè. Ogni giorno ne esce una nuova. La FP Cgil e i lavoratori non finiranno mai di sturpirsi. Intanto, gli utenti aspettano un servizio che ancora tarda a riprendere”.