Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Ragusa. Il Tribunale è colpito dai tagli ma è pronto per le sfide del fututro

La  Giustizia iblea, toccata fortemente dalla  riforma della geografia giudiziaria, ha subito disagi, amplificati dalla carenza di personale, ma è pronta alle sfide del futuro. Questo e altro nella relazione del presidente della Corte d’Appello di Catania, di cui fa parte il Tribunale di Ragusa, Alfio Scuto, resa  in occasione dell’inaugurazione dell’anno giudiziario. 

La riforma della geografia giudiziaria ha interessato ampiamente il Tribunale di Ragusa con l’accorpamento del Tribunale di Modica e della sezione distaccata di Vittoria.   “Il sovraffollamento delle cancellerie, la sovrapposizione delle udienze penali per i processi già iniziati nella sede modicana, i continui andirivieni del personale da e per Modica e Vittoria alla ricerca di fascicoli smarriti o archiviati. Continua la relazione Scuto – solo nel luglio del 2014 il Comune di Ragusa ha messo a disposizione un ulteriore plesso, a breve distanza dal Palazzo di Giustizia, ove si è potuto allogare una parte consistente delle cancellerie. Il lamentato sovraffollamento degli uffici è così cessato, ma il problema si riproporrà quando scadrà l’autorizzazione ministeriale all’utilizzo del Palazzo di Giustizia di Modica, concessa per due anni, e quindi sino al 13 settembre 2015, per la trattazione dei procedimenti civili ivi pendenti alla data del 13 settembre 2013″.

Al Tribunale di Ragusa il numero di procedimenti penali pendenti è in linea all’anno precedente. I processi per omicidio colposo sono stati sei a fronte dei sette dell’anno precedente. I furti in genere sono passati da 176 a 331, di questi 23 in appartamento. I dati riguardano solo i processi a carico di soggetti noti perché il numero di fascicoli contro ignoti è molto più elevato. Pressoché stabile è il numero dei processi per rapina ed estorsione: dieci a fronte degli undici dell’anno precedente. Mentre si è svolto un solo processo per usura ed uno solo per bancarotta fraudolenta. Sono ulteriormente diminuiti i procedimenti per reati in materia di inquinamento e rifiuti e quelli in tema di edilizia, mentre stabili sono i reati tributari. Il numero di procedimenti per stalking è crollato passando da 34 a 6, mentre si registrano ben sei processi sopravvenuti in tema di immigrazione clandestina a carico di scafisti.

Sulle piante organiche per quanto riguarda il Tribunale di Ragusa ci sono “fattori di criticità ormai purtroppo ricorrenti, carenza d’organico e turn-over dei magistrati, oltre che l’accorpamento del soppresso Tribunale di Modica, si evidenzia che tali fattori causali hanno determinato un aumento delle pendenze, un po’ in tutti settori e, con riferimento al contenzioso di lavoro e previdenza, un aumento tra il 3% e il 10%, atteso che le pendenze sono passate da 5mila 817 a 6 mila 308″.

Riguardo l’innovazione, la relazione del presidente Scuto è ottimista e “evidenzia che le dotazioni informatiche sono sufficienti per il fabbisogno dell’ufficio; segnala a tal proposito che, ai fini dell’attuazione del processo civile telematico, enti esterni hanno contribuito a fornire dotazioni hardware per la scansione dei provvedimenti giudiziari”.

 

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.