Ragusa, al via il restauro dei Giardini Iblei

Restauro Giardini Iblei 1 SiciliansRAGUSA. “Più simile all'aspetto originale. In queste immagini potete vedere passato e futuro del viale di accesso dei Giardini Iblei, da oggi oggetto di un primo intervento di restauro che supera i 500.000 euro”. Così il sindaco Peppe Cassì, che aggiunge:Il punteruolo rosso ha purtroppo infestato le palme del viale, come già accaduto anche in piazza Duomo, e se ne rende pertanto necessaria la sostituzione con un intervento che da una parte ne ripristini l'armonia estetica e dall'altra sia non invasivo e compatibile, anche come radicale, con le strutture esistenti.

Dopo un confronto con l'Ordine degli Agronomi e alla Conferenza di servizi con la Sovrintendenza, che ha approvato l'intervento, si procede alla installazione di 25 alberi di Jacaranda, una specie semi-sempreverde che può essere piantumata anche in dimensioni già considerevoli senza andare a danneggiare il contesto circostante”.

Restauro Giardini Iblei 2 SiciliansLe palme, che non erano né storiche né più compatibili, lasceranno quindi il posto a un nuovo tocco di colore, così come un tempo. Sono molte altre le parti dei Giardini interessate dal restauro. I lavori interesseranno la riqualificazione della quasi totalità dei vialetti interni con rifacimento della pavimentazione in conglomerato cementizio drenante della stessa tipologia dei viali già interessati da interventi precedenti così da garantire uniformità. Saranno sostituite le orlature ammalorate o rotte e sarà installato un nuovo impianto di irrigazione con sostituzione della condotta di adduzione primaria, che allo stato attuale risulta essere sottodimensionata e rifacimento di tutti i tratti di irrigazione secondaria. Previste anche la sostituzione di tutti gli irrigatori a turbina mal funzionanti e dotate le pompe esistenti di relative autoclavi, la manutenzione straordinaria delle vasche con nuova impermeabilizzazione, la rimozione e piantumazione di siepi con 2.700 piantine, appositamente coltivate in vivaio da oltre due anni e la realizzazione di una botola di ispezione a falde inclinate a servizio della cisterna di raccolta acque. Il progetto complessivo prevede inoltre un'ulteriore tranche di intervento da 700.000 euro per restituire completamente i giardini allo splendore di un tempo. Interventi a breve anche per l'area giochi con sostituzioni e riparazioni.