Catania, Posca: “I commercialisti sono più intelligenti di ChatGPT”

DomenicoPosca presidenteUnioneitalianacommercialisti Sicilians
Domenico Posca, presidente Unione Italiana Commercialisti

CATANIA. “L'intelligenza artificiale non ci spaventa. Tutt'altro. Negli anni Settanta la contabilità si faceva a mano. Poi sono arrivati i computer e i programmi gestionali e la nostra attività è letteralmente esplosa. L'intelligenza artificiale migliorerà il lavoro dei commercialisti, che sono più intelligenti di ChatGPT, il più noto tra i software di IA, recentemente bloccato dal Garante della Privacy, con benefici per i cittadini”. Lo afferma Domenico Posca, presidente dell'Unione Italiana Commercialisti presentando il congresso nazionale di Un.i.co. che si terrà a Catania il 14 aprile prossimo nel centro congressuale “Le Ciminiere”.

“Si consideri che in Italia abbiamo oltre 300.000 provvedimenti fiscali. L'utilizzo degli algoritmi – aggiunge Posca – aiuterà a districarsi in questa giungla sia i commercialisti che l'agenzia delle entrate dal commettere errori in danno dei cittadini. L'automazione e le innovazioni tecnologiche storicamente hanno sempre portato alla crescita dell'occupazione a lungo termine e al miglioramento del sistema”.

All'evento interverranno, tra gli altri, Nello Musumeci (ministro per la Protezione civile e le Politiche del Mare), Matilde Siracusano (sottosegretaria di Stato ai rapporti con il Parlamento), Marco Osnato (presidente Commissione Finanze della Camera dei Deputati), Alberto Gusmeroli (presidente Commissione Attività Produttive, Commercio e Turismo della Camera dei Deputati), Luca Sammartino (Vice Sicilia), Piero Mattei (commissario della Città Metropolitana di Catania), Michele de Tavonatti (vice presidente Cndcec), Salvo Virgillito (presidente dell'Odcec di Catania), Tito Giuffrida (segretario nazionale dell'Unione Italiana Commercialisti), Salvo Scaffidi (presidente della Sezione Catania di Un.i.co.),
Francesco Priolo (rettore dell'Università di Catania), Antonello Biriaco (presidente Confindustria Catania), Antonino Belcuore (commissario straordinario Cciaa Sud Est Sicilia), Giuseppe Guglielmino (consigliere  Irfis) e Luigi Pagliuca (presidente della Cassa di previdenza dei ragionieri e degli contabili).