Ponte, nominato il nuovo Consiglio di Amministrazione della Stretto di Messina

Ponte 3 SiciliansROMA. Via libera dell'assemblea dei soci della Stretto di Messina al nuovo Consiglio di Amministrazione. Il neo presidente è Giuseppe Recchi (ex ad di General Electric), mentre si registra il ritorno di Pietro Ciucci di nuovo come amministratore delegato, ruolo ricoperto fino al 2012, quando il Governo Monti decise di liquidare la concessionario. Accanto a loro nel CdA Eeonora Mariani (Gruppo RFI), Ida Nicotra (indicata dalla Regione Sicilia) e Giacomo Francesco Saccomanno (indicato dalla Regione Calabria). Quella di oggi è la prima riunione della società, che dopo la gestione liquidatoria durata 10 anni è stata totalmente rinnovata.

Adesso la Stretto di Messina è una società in house (una tipologia di impresa pubblica, tramite la quale la PA produce beni e servizi pubblici) integralmente pubblica, le cui quote sono state suddivise tra i ministeri dell'Economia e Finanza e dei Trasporti (51%) e ANAS, RFI (controllata del Gruppo Ferrovie dello e le Regioni Sicilia e Calabria. Molto soddisfatto il ministro delle Infrastrutture Matteo Salvini: “Si tratta di un passaggio di importanza fondamentale, per realizzare dopo decenni un'opera straordinaria a livello . La nuova società è un mix di esperienza, novità e competenza”. Il nuovo Consiglio di Amministratore ha anche approvato il nuovo statuto della Stretto di Messina.