Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il Comune occupato, i dipendenti in assemblea permanente

Aspettano il fax con la conferma dei trasferimenti in arrivo da Palermo e fino a quando non arriverà non si muoveranno da Palazzo Zanca.

I lavoratori del Comune sono in assemblea da questa mattina. Ma contrariamente alle previsioni la riunione non si è sciolta dopo due ore e si è trasformata in assemblea permanente.

Le notizie si rincorrono convulse per tutta la mattina. A Palermo le segreterie regionali stanno contrattando furiosamente con l’assessore all’Economia Armao e non intendono mollare.

La Regione vorrebbe mandare due milioni e mezzo, forse tre. Ma per pagare gli stipendi non solo ai 1.600 dipendenti del Comune, che non hanno ancora incassato settembre, ma almeno anche ai soci delle cooperative dei servizi sociali ne servono almeno 6.

I dipendenti delle partecipate ATM e Messinambiente, senza stipendio da mesi e ormai allo stremo, sono pronti a dissotterare l’ascia di guerra perché sono quelli che più di tutti stanno patendo la crisi.

Per loro dovrebbero arrivare dei trasferimenti statali dopodomani, ma se così non fosse si scatenerebbe un’altra guerra tra poveri.

“L’assemblea è stata partecipatissima -commenta Clara Crocè, segretario generale della Funzione Pubblica della Cgil Messina. Attendiamo risposte da Palermo e staremo a veder cosa succederà. Un fatto è certo: non ci muoveremo da qui fino a quando non avremo garanzie precise per i lavoratori”.