Omicidio Loris. Veronica Panarello resta in carcere

Veronica Panarello
Veronica Panarello

Il Tribunale del riesame di Catania ha stabilito che Veronica Panarello resterà in carcere. La donna è indagata per l’omicidio del figlio Loris, 8 anni, ucciso a Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, il 29 novembre scorso.

Ieri

pomeriggio dopo una lunga camera di consiglio il Tribunale ha rigettato la richiesta di annullamento dell’ordinanza di custodia cautelare in carcere, presentata dal difensore della donna Francesco Villardita.

Veronica Panarello dal carcere ha fatto sapere di essere molto delusa. Il padre, Francesco Panarello, continua a difendere l’innocenza della figlia e dice di non aver parole per commentare la sentenza.

Veronica Panarello, dunque, resta reclusa nel carcere di Agrigento accusata per l’omicidio e l’occultamento di cadavere.


mm

Armando Montalto

Tra la metà dei Novanta e i primi Duemila ha cambiato città, paese e occupazione con la rapidità di un colibrì. Insomma, questo quarantenne messinese, dopo aver fatto consegne a Canal Street, parlato in nome della UE, letto Saramago, tirato sassi sul Canal Saint Martin e bevuto fiumi di birra ha deciso. Tornare a casa, mettere su famiglia e la testa a posto. Oggi si divide tra libri, mare e famiglia. Intanto, prova a scrivere e a raccontare Messina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.