#Messina. Due giorni di formazione e dibattiti sui beni comuni

L'architetto Luciano Marabello
L’architetto Luciano Marabello

Il Comune di Messina e il Laboratorio per i Beni Comuni e le Istituzioni Partecipate, in collaborazione con il dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Messina, hanno organizzato due giornate di formazione e dibattito sui Beni Comuni.

Appuntamento domani, giovedì 4 dicembre alle 16, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, alla presenza del sindaco di Messina Renato Accorinti, del segretario generale del Comune Antonio Le Donne, degli assessori all’Autogestione dei beni comuni Daniele e al Patrimonio Filippo Cucinotta e del direttore del dipartimento di Giurisprudenza Giancarlo De Vero.

A introdurre i lavori l’architetto

Luciano Marabello, componente il tavolo tecnico del Laboratorio. A seguire, le relazioni di Luca Nivarra ( di Diritto privato all’Università di Palermo) su “Beni comuni alla prova della Costituente”, di Paolo Maddalena (giudice emerito della ed esperto del sindaco) su “Il territorio come bene comune” e di Mario Trimarchi (docente di diritto civile all’Università di Messina) su “Beni comuni e orti urbani”.

Seguirà un dibattito aperto con il Laboratorio e il pubblico. Si proseguirà poi venerdì 5 dicembre alle 9 al dipartimento di Giurisprudenza in via Pietro Castelli 1. Gianfranco Ferraro, ricercatore di Filosofia politica all’Università di Lisbona e componente il Laboratorio, curerà la presentazione del libro di Paolo Maddalena “Il territorio bene comune degli italiani”. A seguire un incontro pubblico alla presenza dell’autore.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.