Messina, consegnato immobile confiscato alla mafia in comodato d’uso al S.I.M. Carabinieri

beneMESSINA. L’amministrazione comunale di Messina ha deciso di concedere al S.I.M carabinieri un immobile che il Comune ha acquisito quale bene confiscato alla mafia. Il sindaco Cateno De Luca,  nel corso di una cerimonia tenutasi nel Salone delle Bandiere pochi giorni prima delle dimissioni di ieri, ha consegnato al legale rappresentante Raffaele Spedicati, militare della Sezione Radiomobile della Compagnia di Milazzo,  il bene in comodato d’uso gratuito. L’immobile sarà la nuova sede legale del S.I.M Carabinieri, il cui obiettivo è volto ad affiancare e supportare, nel delicato compito quotidiano, il Carabiniere, ponendolo al centro del proprio

programma. Grazie all’efficace sinergia tra tutti i livelli istituzionali è stato riportato nella piena un immobile che ora verrà destinato alla realizzazione della sede del S.I.M. Una giornata positiva quella della consegna e l’auspicio è che il bene diventi un luogo che testimonia la presenza dello Stato, dove vengono forniti servizi a favore di coloro combattono quotidianamente ogni forma di criminalità sul territorio.

 

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.