Messina, attivato in Prefettura il Centro Coordinamento Soccorsi: raccomandato lo smart working

MESSINA. In considerazione dei messaggi di allerta relativi all’ondata di maltempo prevista, è stata disposta l’attivazione in Prefettura del Centro Coordinamento Soccorsi dalle 16 di oggi 28 ottobre fino a cessate esigenze per coordinare tutti gli interventi necessari a risolvere le eventuali criticità conseguenti alle incipienti, avverse condizioni metereologiche. Con circolari prefettizie, indirizzate ai Comuni della Città Metropolitana, è stata richiamata l’attenzione dei sindaci e dei commissari straordinari dei Comuni della provincia sul quadro di previsioni meteorologiche relative ai preannunciati eventi di rilevante intensità inerenti l’avviso regionale di Protezione Civile per il rischio meteo-idrogeologico e idraulico dalle 16 del 28 ottobre 2021 fino alle 24 del 29 ottobre 2021. In particolare, è stato loro richiesto di assumere, nell’immediatezza, ogni iniziativa necessaria alla salvaguardia della pubblica e privata incolumità, predisponendo tutte le misure previste dalle proprie pianificazioni di emergenza, atte ad evitare qualsiasi pericolo per la popolazione, provvedendo, altresì, nell’immediatezza alla costituzione dei COC. E’ stato, tra l’altro, stimolato il monitoraggio da parte degli

Enti Locali della rete viaria presente nei rispettivi territori, attraverso l’attivazione di presidi territoriali, con compiti di vigilanza e intervento tecnico, particolarmente al verificarsi delle fasi emergenziali, oltre che un attento monitoraggio dei corsi d’acqua e verifica delle opere idrauliche di pertinenza. Sollecitata la costante osservazione di fiumi, torrenti e fiumare per scongiurare che eventuali esondazioni possano cagionare situazioni di pericolo per la popolazione, oltre a una preventiva manutenzione della rete viaria per evitare fenomeni di allagamento delle sedi stradali con conseguente rischio per gli utenti. Inoltre, in considerazione di quanto precede, in seno al CCS è stata condivisa la necessità di limitare al massimo gli spostamenti da e per i luoghi di lavoro e, pertanto, è stata rimessa ai dirigenti degli uffici pubblici e agli amministratori degli enti locali la valutazione di disporre che per domani, venerdì 29 ottobre, le prestazioni lavorative del personale dipendente avvenga, ove possibile, unicamente in forma agile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *