Messina, arrestato dalla Guardia di Finanza un uomo beccato con 32kg di marijuana in auto

Messina GuardiadiFinanza SiciliansColpo grosso della Guardia di Finanza allo sbarco dei traghetti di Messina, dove hanno fermato ed arrestato un che viaggiava con 32 kg di marijuana in auto. La droga, che avrebbe fruttato almeno 300 mila una volta confezionata in dosi, era probabilmente destinata alle piazze di spaccio della provincia.
Il fiuto dei cani antidroga della Gdf Ghimly e Sara ha permesso di individuare la droga. A indurre i finanzieri a perquisire il veicolo, invece, è stato lo strano atteggiamento dell’

rel="tag" title="Articolo taggato con uomo">uomo che, fermato per il controllo, ha detto nervoso che stava rientrando da un viaggio in Nord Italia, dove si sarebbe recato per un colloquio di lavoro.Peccato che, malgrado la distanza, non avesse con sé neppure un bagaglio. Aperto il portabagagli, dove il fiuto dei cani si è indirizzato, i militari, ai comandi del Maggiore Alessandra Rotondo, comandante del Gruppo di Messina, si sono accorti che la ruota di scorta era soltanto appoggiata sul fondo, non alloggiata al proprio posto.

Hanno quindi chiamato personale specializzato dell’autofficina che ha smontato il portabagagli, scoprendo un doppio fondo appositamente ricavato dove era nascosta la marijuana, suddivisa in 30 panetti incellofanati di circa un chilo l’uno.Il trafficante è stato arrestato in flagranza e rinchiuso a Gazzi, la sostanza stupefacente sequestrata

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.