Il ministro Salvini a Busia (ANAC): “Il ponte sullo Stretto è un diritto degli italiani”

Salvini siciliansROMA. “Il ponte sullo Stretto è un diritto degli italiani”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini, in Aula oggi per il question time. La replica era diretta al presidente dell'Authority Anticorruzione Giuseppe Busia, che durante l'audizione in Commissioni riunite Ambiente e Trasporti aveva dichiarato che “sul ponte troppi vantaggi ai privati senza obblighi”.

Due giorni fa Salvini ha dichiarato mentre era ospite su RAI Radio 1 a Radio anch'io che i cantieri del ponte sullo Stretto apriranno entro l'estate del 2024. “Il ponte nasce come norma del dicembre 1971, è già costato svariate centinaia di milioni di agli italiani tra progetti, ritardi, fallimenti cause. Entro il 31 luglio 2024, come da cronoprogramma, ho intenzione di far approvare il progetto esecutivo e di partire con i lavori entro l'estate dell'anno prossimo″.

Rispetto ai costi, il titolare del dicastero dei Trasporti ha dichiarato: “Li stiamo aggiornando. In Consiglio dei Ministri abbiamo approvato il ritorno in della società , che passerà da 9 componenti a 5, che saranno affiancati da 9 grandi esperti tra rettori universitari e ingegneri di fama mondiale e si lavorerà all'aggiornamento dei costi, fermi al 2011″.