Emergenza abitativa a Messina, Villari incalza l’amministrazione Basile

Giuseppe Villari
Peppe Villari, capogruppo Prima l'Italia

MESSINA. Sull'emergenza abitativa da anni c'è un nodo da sciogliere: quello della mancata assegnazione di alcuni dei 25 alloggi per i quali nel 2018 sono state presentate ben 589 richieste.

A lanciare l'allarme il capogruppo di Prima l'Italia Peppe Villari, che ha presentato un'interrogazione urgente al Federico Basile per chiedere chiarimenti su diversi aspetti, a partire dal “numero esatto di assegnatari che ad oggi non sono riusciti a prendere possesso degli alloggi loro assegnati.

Ci risulta -sottolinea Villari -che nonostante adesso ci sia la disponibilità di ben 16 milioni di euro disponibili dal fondo PINQUA (il Programma Innovativo Nazionale per la Qualità dell'Abitare) per il disagio abitativo, diversi nuclei familiari rientranti nella graduatoria del 2018 non siano riusciti ad accedere all'interno degli immobili loro assegnati poiché gli stessi risultano in condizioni di degrado e scarsa manutenzione tali da renderli inabitabili e questo è inaccettabile.

Da questa amministrazione -conclude il capogruppo di Prima l'Italia- pretendiamo chiarezza e risposte immediate”.