Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Caltanissetta. Un apprezzamento di troppo e scappano le coltellate

Immagine di repertorio
Immagine di repertorio

Un trentaseienne niscemese, spalleggiato da alcuni parenti e amici, accoltella lo zio di un amico che aveva molestato la sua donna. Giovanni Lionti è stato arrestato per lesioni aggravate e porto di coltello.

Si era recato nei pressi di un bar di Niscemi e, dopo aver aggredito l’uomo,  ritorna sul luogo, armato di un grosso coltello, incontra il rivale e lo

accoltella al volto, per poi fuggire a bordo della sua auto.

Immediatamente intervengono i poliziotti della Squadra Mobile di Caltanissetta e quelli del Commissariato che, dopo aver soccorso la vittima, rintracciano l’aggressore e recuperano l’arma, un grosso coltello da cucina gettato durante la fuga in una zona ricca di cespugli.
Lionti, dopo un primo tentativo di negare tutto, ha confermato spontaneamente agli agenti di essere l’autore del gesto e, su disposizione del Pubblico ministero è stato accompagnato agli arresti domiciliari. L’arma, un coltello in acciaio lungo circa 38 centimetri, è stata recuperata dai poliziotti e posta sotto sequestro.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.