Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Calcio in Sicilia. Domenica mediocre per le squadre dell’Isola

Cesena -Palermo 8-3-2015Domenica da ore 10 calma piatta per il calcio in Sicilia. In serie A, nell’anticipo dell’ora di pranzo, il Palermo gioca una partita alquanto mediocre sia dal punto di vista tecnico che della grinta. I siciliani non riescono a creare grossi pericoli alla porta di Leali, anche perché spesso sono stati imprecisi nell’ultimo passaggio.

In Serie cadetta il Catania riesce a recuperare la partita proprio nei minuti finali grazie ad una deviazione di Calaiò da pochi passi. Gli etnei tuttavia faticano a mantenere il vantaggio una volta acquisito e si fanno spesso rimontare come accaduto più volte nel recente passato.

Il Trapani non sa più giocare a calcio e perde l’ennesima partita. Con la sconfitta all’Ezio Scida i granata sono pericolosamente scivolati nella zona bassa di classifica. Il Messina perde con la Vigor Lamezia, mentre in serie D l’Akragas batte il Sorrento.

PALERMO Secondo 0-0 consecutivo per i rosanero nel match di mezzogiorno in serie A. La squadra di Iachini è apparsa un po’ stanca e non aveva la solita grinta e quindi il pareggio è il risultato più giusto. Cesena-Palermo si chiude 0-0.

TRAPANI Continua il periodo nero per il Trapani, che a Crotone raccoglie l’ennesima sconfitta complicando la propria classifica. Il primo tempo scorre via con le squadre che provano a segnare soprattutto dalla distanza o da calci da fermo. La ripresa invece è più vivace, soprattutto grazie ai padroni di casa che si rendono pericolosi più volte. Al 70’ Torregrossa trova il tap-in vincente da zero metri dopo la magnifica risposta del portiere granata al colpo di testa di Claiton do Santos. Dopo aver subito il gol i granata hanno una piccola reazione che li porta a creare delle buone occasioni, ma il portiere avversario Cordaz è bravo a respingere tutte le conclusioni. All’Ezio Scida di Crotone Crotone-Trapani finisce 1-0.

CATANIA I rossoblu ci provano per tutto il primo tempo a passare in vantaggio, ma la squadra di Marcolin non è cinica sotto porta. Il secondo tempo si apre con il palo di Ceccarelli ma è da applaudire l’intervento del portiere ospite Chichizola, che però non può nulla pochi minuti più tardi sulla conclusione ravvicinata di Filippo Maniero, che così porta in vantaggio gli etnei al 52′. La partita s’infiamma e diventa vivace con le due squadre che si affrontano a viso aperto e dopo un’occasione per parte è lo Spezia a trovare l’occasione giusta dagli sviluppi di un corner. Stavolta però è Datkovic a battere Gillet e riportare il risultato in parità 1-1 a 20 minuti dalla fine. Gli ospiti cercano di più il vantaggio e finiscono per trovarlo a pochi minuti dalla fine, con Migliore che è abile a scaraventare in rete un pallone che arrivava dalla destra. La reazione del Catania non si fa attendere molto e al 90′ Calaiò incorna di testa e batte l’estremo difensore spezzino. Al Massimino Catania-Spezia pareggiano 2-2.

MESSINA Prima illude e poi regala un tempo ai padroni di casa. Leggi la cronaca qui.

AKRAGAS Per i ragazzi di Mister Feola è stata normale amministrazione e non ha fatto fatica a regolare anche il Sorrento. L’Akragas vince 4-0 grazie ai gol di Tresor, Savonarola, Meloni e Catania.

Antonio Maimone

Laureato in giornalismo all'Università di Messina. Ha sempre avuto la passione per il calcio e per lo sport in generale. Ha collaborato con diverse redazioni sportive e per Sicilians vi porterà all'interno di tutte le realtà sportive locali e regionali, facendo ogni tanto qualche passaggio in cronaca.