Barcellona PG, incendio in una cella del carcere Madia: tre agenti in ospedale

OPG Barcellona
Il carcere di Barcellona Pozzo di Gotto

MESSINA. Momenti di tensione stamattina nella Casa Circondariale Madia di Barcellona Pozzo di Gotto dove un detenuto ha appiccato un incendio nella propria camera ed i fumi, resi tossici dal materiale dei suppellettili, hanno subito invaso l’area. E’ stato provvidenziale l’intervento degli agenti che hanno tratto in salvo il detenuto e sono riusciti a domare le fiamme con degli estintori, ma sono stati intossicati dai fumi ed è stato necessario il trasferimento in ospedale. Le loro condizioni non sono gravi. Il personale penitenziario non solo ha dimostrato grande capacità operativa salvando un detenuto, ma ha anche rischiato la vita per domare nell’immediatezza le fiamme che si erano propagate. Lo abbiamo scritto tante volte: il sistema e l’Amministrazione penitenziaria vanno rifondati immediatamente, così non si può andare avanti. La Sicilia continua ad essere abbandonata dai palazzi romani e le conseguenze le stanno pagando gli agenti della polizia penitenziaria.


Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.