Barcellona PG, aveva preso il figlio alla madre per portarlo in Marocco: oggi l’arresto a Catania

Polizia sicilians 1Era latitante dal 2013, il cittadino marocchino arrestato all’aeroporto di Catania, subito dopo essere atterrato con un volo proveniente da Casablanca.

Il 39enne deve ancora scontare due anni di reclusione, dopo l’ di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Barcellona Pozzo di Gotto: è stato condannato per il reato di sottrazione di minori.

L’uomo aveva sottratto il figlio alla moglie con la scusa di

portarlo al matrimonio di alcuni parenti a Bologna e, invece, di riportarlo a casa, aveva preso un volo ed era tornato con lui in Marocco. Gli agenti del Commissariato della Polizia di Stato di Barcellona Pozzo di Gotto guidati dal Vice QuestoreAntonio Rugolo, avendo ricevuto notizia che lo straniero avrebbe fatto rientro in Italia per tramite un volo proveniente da Casablanca in Marocco con scalo diretto all’aeroporto di Fontanarossa di Catania, hanno così allertato i colleghi della Polizia di Frontiera di quel capoluogo, che hanno identificato l’uomo e dato esecuzione al provvedimento cautelare

A conclusione degli atti di rito, l’arrestato veniva associato presso la Casa Circondariale di Catania – Piazza Lanza a disposizione della A.G. competente.