Autostrada Messina-Palermo, incendio galleria Telegrafo: si riapre il 13 gennaio

Incendio autostrada Galleriatelegrafo 1 siciliansMESSINA. Lavori serrati sulla Messina-Palermo all'interno della galleria Telegrafo, devastata da un incendio la notte tra il 23 e il 24 dicembre scorsi. Le squadre del Consorzio si sono messe immediatamente al lavoro e, se non ci saranno intoppi come quello relativo ai ritardi nella consegna di alcuni prodotti, gli interventi di ripristino della tratta della A20 sulla quale si sta operando si concluderanno giovedì 12. Stando a quanto dichiarano dal CAS, si tornerà alla normalità il giorno dopo, venerdì 13 gennaio.

Una riapertura che arriva dopo settimane di polemiche soprattutto per la gestione dei flussi di veicoli e mezzi, soprattutto quelli pesanti. Troppi di questi ultimi, infatti, invece di rispettare le disposizioni che prevedevano, per chi era diretto a Palermo di utilizzare la Messina-Catania e poi la Catania-Palermo, visti i controlli molto blandi hanno intasato la viabilità delle strade provinciali e comunali, mettendo a repentaglio la sicurezza dei residenti dei luoghi attraversati per raggiungere il primo svincolo utile per muoversi in direzione Palermo in autostrada era ed è ancora per qualche giorno lo svincolo di Rometta.

Altra polemica, connessa al fatto che quest'ultimo è la prima entrata utile per andare nel capoluogo dell'Isola, è quella del pagamento del pedaggio per una tratta, la Villafranca Tirrena-Rometta, che non si può utilizzare a causa dei lavori.

Per non far pagare il pedaggio, così ci fanno sapere dagli uffici del Consorzio Autostrade, è necessaria una delibera del Consiglio di Amministrazione. Il nuovo CdA si deve ancora insediare e quindi, per avere delle risposte, si dovrà aspettare.

 

mm

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.