Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

5 ottobre 11.46 Precari Comune, Cisl e Uil: “Ennesima farsa dell’amministrazione”

“Abbiamo assistito con profondo rammarico -scrivono i segretari generali di Fp Cisl Calogero Emanuele e Giuseppe Calapai Uil Fpl-  all’ennesima farsa consumata dall’Amministrazione Comunale che ieri, attraverso la sua Giunta, ha rispolverato nel corso dei lavori del Consiglio, quanto proposto da tempo da queste Organizzazioni Sindacali, in merito all’integrazione oraria e alla stabilizzazione degli oltre trecento contrattisti in forza al Comune.

            La proposta della FP CISL, e dalla UIL FPL, prevedeva infatti la destinazione delle risorse destinate dall’Assessorato Regionale per l’autonomia locali della funzione pubblica con decreto n. 525 del 15/09/2011 dell’importo di 458.509,45 €, all’integrazione oraria da ottobre a dicembre (36 ore per tutti); soluzione da perseguire per tempo, al fine di evitare di giungere alla scadenza mensile,  accaduto da gennaio ad oggi senza avere decurtazioni. Tale soluzione, respinta dall’Amministrazione in sede di tavolo tecnico, è stata malamente ripresa ieri senza alcuna chiarezza, gettando i lavoratori nell’ennesima giungla di indecisione ed incertezza anche in merito all’organizzazione dell’orario settimanale, con forte penalizzazione ai servizi che la maggioranza dei contrattisti che responsabilmente porta avanti da oltre 20 anni. Riguardo la stabilizzazione, pur apprezzando la manifestata volontà dell’Amministrazione di iniziare i procedimenti necessari, le scriventi Organizzazioni ritengono che i lavori procedano a rilento e che non è più pensabile accumulare ulteriori e pericolosi ritardi, consumati in vuote sedute dalle quali non vengano fuori, carte alla mano,  indirizzi certi e concreti, programmati nel tempo. Non saranno quindi tollerate ulteriori giustificazioni su ritardi, sostituzioni di Dirigenti, questioni di bilancio, di pianta organica o di mancata quantificazione del fabbisogno di personale.

            Per tali motivi queste Organizzazioni Sindacali sempre propositive e consapevoli del proprio ruolo,  nel dichiarare lo stato di mobilitazione permanente dei dipendenti a tempo determinato del Comune di Messina, comunicano l’avvio di  forti iniziative per una corretta informazione dei dipendenti  da sprone  a dissipare   ogni possibile titubanza e superficialità dell’Amministrazione.

            Amministrazione che dovrebbe perseguire obiettivi di stabilità occupazionale in risposta alle legittime aspettative dei lavoratori, e delle oggettive esigenze dei servizi erogati dall’Ente in linea con la responsabilità affidata dai cittadini, e non su input  di sterili contestazioni”.