Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

30 luglio 10.55 Milazzo, gli appuntamenti del Circuito del Mito

Domani sera, domenica 31 luglio, alle ore 21 nell’atrio del Carmine a Milazzo, nell’ambito del cartellone del Circuito del Mito, sono previsti due appuntamenti molto importanti. Per la rassegna cinematografica Milazzo Film festival 2011, diretta dal regista Salvatore Presti, sarà assegnato il premio “Giardini di Dike”. Ad aggiudicarsi l’importante riconoscimento il film “Come un delfino” di Stefano Reali con Raul Bova. A Seguire “George Gerswhin, storia di un mito” raccontato al pianoforte da Stefano Reali, voce solista Flavia Astolfi. Di seguito le schede dei due appuntamenti. 

Premio “Giardini di Dike” – Riconoscimento ispirato ai temi del sociale, della giustizia, della solidarietà e delle infanzie difficili

Per la  rassegna cinematografica del Milazzo Film Festival 2011,

la Direzione artistica, vista la tematica trattata dal film, drammaticamente attuale, per l’alto valore educativo soprattutto in riferimento alle giovani generazioni e ai loro sogni di costruire una vita più incline alla giustizia, alla felicità e alla bellezza, per la scelta di questa parte della Sicilia come scenario di una storia intensa e esemplare, attribuisce il premio

“I Giardini di Dike”, Miglior Fiction dell’anno 2011, al film “Come un delfino”, un film di Stefano Reali, con Raoul Bova,

Barbora Bobulova, Ricky Memphis, Maurizio Mattioli, Giacinto Ferro prodotto dalla SanMarco Film Production e andato in onda su Canale 5. 

“George Gerswhin, storia di un mito” raccontato al pianoforte da  Stefano Reali, voce solista Flavia Astolfi. 

Le immortali canzoni di uno dei compositori più amati di tutti i tempi, l’uomo che ha unito il jazz e la musica sinfonica, in un viaggio che parte dal blues e va fino al rock and roll e alla musica pop. Questo spettacolo – concerto vuole essere un viaggio tra i songs più famosi di questo Maestro della musica contemporanea, che ha lavorato in campi, culture, e continenti diversi, ma in realtà è stato reso celebre a causa dell’irripetibile risultato popolare ottenuto, e che sembra perdurare nel tempo, senza mai passare “di moda”. I songs nati come canzoni tratte dalle sue commedie musicali hanno raggiunto un obbiettivo raro, nella storia della musica: chiunque al mondo li ascolti, anche solo per poche battute, li riconosce immediatamente, riassaporando quella gioia che solo un autentico evergreen ti trasmette, sin dalla prima volta che lo si sente, e che così lo consegna all’immortalità. Le canzoni dei Gershwin hanno avuto migliaia e migliaia di incisioni, da parte dei musicisti più svariati, e sono considerate già da almeno mezzo secolo come dei classici senza tempo. Le esecuzioni dei pezzi saranno intervallate da alcuni “esempi musicali”, eseguiti dal vivo, per illustrare e spiegare, anche in modo divertente, e spesso comico, l’influenza del blues e della musica afroamericana nel mondo culturale ebraico-russo-europeo, la cui miscela ha dato vita non solo al cosiddetto jazz sinfonico, ma a gran parte della musica pop del novecento.