Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

27 settembre 15.58 Via libera ai regolamenti per la tassa di soggiorno e per l’Imu

Il Consiglio comunale, tornato a riunirsi stamani per proseguire l’attività deliberativa, ha espresso in apertura di seduta massima solidarietà al commissario straordinario del Comune di Messina Luigi Croce, condannando il vile gesto e respingendo qualsiasi atto intimidatorio.

Successivamente l’Aula ha votato sette emendamenti (cinque accolti e due respinti) della delibera relativa all’approvazione del regolamento per l’istituzione della tassa di soggiorno e quindi ha approvato il provvedimento con ventidue voti favorevoli, nessuno contrario e nessun astenuto.

L’atto, per l’introduzione dell’imposta di soggiorno nel Comune di Messina, era stato adottato dalla Giunta Municipale a giugno scorso per il reperimento di nuove risorse finanziarie, nell’ambito delle misure di riordino del sistema impositivo locale, in linea con le recenti disposizioni sul federalismo municipale. Presupposto dell’imposta è il pernottamento in strutture ricettive fino ad un massimo di 4 giorni. Il relativo gettito è destinato esclusivamente a finanziare gli interventi in materia di turismo, ivi compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, gli interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché i servizi pubblici locali, per interventi a favore della promozione turistica.

L’introduzione della Imposta di Soggiorno rientra nelle misure individuate dal Comune per l’attuazione del cosiddetto federalismo municipale, in base al quale il nuovo ruolo dell’Ente Locale dovrà essere orientato al contenimento ed alla razionalizzazione della spesa, nonché al reperimento di nuove entrate. Naturalmente, i doveri di solidarietà sociale hanno imposto di esentare dal pagamento dell’imposta le categorie deboli o svantaggiate, attuando così una selezione ragionata dei soggetti passivi.

Si darà vita ad un vero e proprio “Laboratorio per lo Sviluppo Turistico Territoriale” composto dal Comune, dalla Provincia regionale, dall’Autorità Portuale e dalle principali Associazioni di categoria maggiormente rappresentative, al fine di implementare l’efficacia, l’economicità e l’efficienza dell’intervento pubblico a sostegno dello sviluppo turistico. Sarà infatti l’Amministrazione comunale di concerto con il nuovo Organismo, a fissare tariffe e destinazione specifica delle risorse, attraverso iniziative concertate con soggetti pubblici e privati, riuniti intorno al medesimo tavolo di lavoro.

L’Aula ha proseguito i lavori, approvando, con venti voti favorevoli, un astenuto e nessuno contrario, la delibera relativa al regolamento per l’applicazione dell’imposta municipale propria. Dopo la conferenza dei capigruppo, il Consiglio comunale è stato aggiornato a giovedì 4 ottobre, alle ore 18.