Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

25 settembre 08.37 Ambiente, Sonia Alfano a Clini: basta con la propaganda sugli inceneritori

Sonia Alfano

“Che il Ministro Clini sia un sostenitore degli inceneritori, in barba alle alternative esistenti e non dannose per la salute dei cittadini e per l’ambiente, è cosa nota. Che le sue politiche contro l’ambiente e il bene comune marcino in perfetta continuità con quelle del Governo Berlusconi, anche. Bisogna però chiarire che le sue dichiarazioni sugli inceneritori, che lui chiama termovalorizzatori con una precisa azione di marketing politico, sono ingannevoli.

Gli inceneritori, infatti, di virtuoso non hanno proprio nulla. Nei giorni in cui l’Agenzia Europea per l’Ambiente racconta di un’Italia che ha ‘conquistato’ la maglia nera per la qualità dell’aria e che dunque non è stata in grado di attuare politiche efficaci a tutela dell’ambiente e della salute dei cittadini, non si può continuare a subire la propaganda del ‘recupero energetico’: esistono valide alternative all’incenerimento, che l’Europa pone come ultima e residuale opzione nella scala gerarchica della gestione del ciclo dei rifiuti.
L’incenerimento è esclusivamente fonte di guadagno per i soliti noti, cosiddetti ‘prenditori’ pubblici. Basti pensare agli illegittimi incentivi CIP 6. Per non parlare delle mafie che negli inceneritori possono smaltire di tutto facilmente e senza lasciare traccia”.
A dichiararlo Sonia Alfano, eurodeputata e Presidente della Commissione Antimafia Europea, replicando alle affermazioni del Ministro dell’Ambiente Corrado Clini, secondo il quale l’utilizzo dei ‘termovalorizzatori’ farebbe parte di un ciclo virtuoso dei rifiuti.