Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

22 novembre 07.30 Sabato presentazione del volume della Magika “Una maniera molto graziosa. Ricerche sulla scultura del Cinquecento nella Sicilia orientale e in Calabria”

Sabato 26 Novembre, alle ore 10.30, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università di Messina, la casa editrice Magika presenta il volume “Una maniera molto graziosa. Ricerche sulla scultura del Cinquecento nella Sicilia orientale e in Calabria”, scritto da Alessandra Migliorato, funzionario storico dell’arte del Museo Regionale di Messina.
Il testo indaga per la prima volta, in maniera sistematica, il ruolo delle singole personalità che hanno caratterizzato il panorama artistico meridionale del Cinquecento: da Antonello Gagini a Giovannangelo Montorsoli (allievo di Michelangelo), da Andrea Calamecca a un corollario di figure meno note ma di grande interesse, come i due Mazzolo, Martino Montanini, Rinaldo Bonanno, Francesco e Lorenzo Calamecca. Oltre ad analizzare le varie personalità di questi artisti, l`autrice riferisce anche i rapporti con il loro contesto di appartenenza, la Toscana, e l’inevitabile eredità lasciata da Michelangelo. Un rilevante punto di forza del libro è il pregiato apparato fotografico realizzato da un fotografo specialista: centinaia di immagini, spesso inedite, impreziosiscono e documentano il testo, “seducendo” il lettore.
Dopo il saluto del Rettore e delle autorità, la giornata di studio prevede l’intervento di due noti storici dell’arte che analizzeranno il panorama scultoreo siciliano e calabrese, oggetto del volume. Il dott. Gioacchino Barbera, già direttore del Museo Regionale di Messina, oggi dirigente superiore dell’Assessorato Regionale al turismo, profondo conoscitore dell’arte siciliana, affronterà l’argomento focalizzando l’attenzione sulla Sicilia orientale.
Il prof. Francesco Abbate, già professore ordinario di Storia  dell’Arte moderna presso l’Università degli studi di Lecce, fondatore del Centro Studi sulla storia dell’Arte in Italia meridionale “Giovanni Previtali” di cui è presidente, approfondirà la scultura manierista in Calabria e nell’Italia meridionale. Sarà presente l’autrice.