Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

22 febbraio 07.30 Notte della Cultura, aggiunti altri appuntamenti

Saranno solo due i banner con il logo della quarta edizione de “La Notte della Cultura”, che il Comune ha predisposto, uno verrà sistemato sul prospetto principale di palazzo Zanca e l’altro al Palantonello ove sabato 25, alle ore 17.30, si aprirà ufficialmente l’evento. Chi volesse dotarsi di un proprio banner da posizionare nelle sedi delle varie iniziative, potrà richiedere al Comune tramite e-mail nottedellacultura2012@comune.messina.it, o contatto telefonico 3346242017, copia elettronica in formato pdf, per la riproduzione. Le integrazioni e modifiche al programma sono consultabili sul sito www.comune.messina.it o sul link “eventi” dell’ufficio stampa di palazzo Zanca ( www.cittadimessina.it). Venerdì 24, alle ore 18, all’Arsenale Militare di Messina, verrà inaugurata la mostra sul tema “L’arsenale Militare tra storia e archeologia industriale”, organizzata dall’Agenzia Industria Difesa-Arsenale Militare in sinergia con l’Associazione Culturale “Arsenale di Messina”. Il percorso museale, che sarà illustrato dagli studenti dell’Istituto Tecnico Nautico “C. Duilio” di Messina, prevede quattro tappe; la prima, al “Fabbricato Artiglieria”, con l’Associazione Culturale “Arsenale di Messina” che presenterà “L’Arsenale di Messina nel XVI secolo”, la “Marco Polo System g.e.i.e” e l’Associazione “El Felze” di Venezia che predisporranno una serie di pannelli su “L’arte dei remèri: immagini di lavorazioni artigianali dei costruttori di remi e imbarcazioni della laguna di Venezia”, e l’esposizione del Cannone Automatico da 76/62 MMI su torre. La seconda, ai “Fabbricati Fonderia, Carpenteria, Calderai”, dove sarà possibile osservare le attrezzature per le fusioni, modelli in legno, iconografie sull’arte della fusione dei metalli, attrezzature di fucinatura e magli per le lavorazioni calderaie, e la proiezione di un video sulla costruzione di chiodi fucinati. Terza tappa al “Bacino di Carenaggio”, con visione notturna di una nave a secco sulle taccate. La quarta al “Rifugio Antiaereo” della Seconda Guerra Mondiale, sarà un’occasione per rivivere i suoni e le impressioni dell’epoca (“per un istante…sotto le bombe!”), grazie all’opera di ristrutturazione e allestimento curate dallo stesso Arsenale Militare con il Museo Storico della Fortificazione Permanente dello Stretto “Forte Cavalli” e l’Associazione “Ferrovie Siciliane”.