Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

11 agosto 12.36 Campo “Marullo” di Bisconte, Cacciotto (UDC) chiede defibrillatori e un’ambulanza

Quando si parla di sport a Messina, una delle note dolenti è sicuramente la sicurezza degli impianti e l’incolumità di sportivi e tifosi. A sottolinearlo in una nota inviata ai sindaci di Messina e Savoca Giuseppe Buzzanca e Nino Bartolotta il consigliere UDC della III Circoscrizione Alessandro Cacciotto.  

“Gli impianti sportivi della nostra città -scrive Cacciotto- eccezion fatta per i plessi destinati ad ospitare le squadre calcistiche più rappresentative come l’ACR Messina ed il Città di Messina, ovvero  le compagini più titolate in altre discipline, fanno acqua da tutte le parti da un punto di vista prettamente strutturale e manutentivo.

Tuttavia, in questa sede voglio mettere in risalto il tasto assai delicato della sicurezza negli impianti sportivi cittadini. È del tutto evidente che nonostante il lavoro certosino del dirigente allo Sport Salvatore De Francesco, la nostra città paga il prezzo di non avere tra le sue fila un vero assessore allo Sport.

Non è tuttavia il tempo delle chiacchiere inutili e delle polemiche infruttuose. Si venga subito al nocciolo della questione: per competenza territoriale il mio riferimento è fatto soprattutto a due impianti sportivi che sono rispettivamente il campo di calcio Marullo di Bisconte e il campo di atletica Santamaria, sperando che l’attenzione si rivolga anche per tutti gli impianti sportivi presenti in città.

La stagione calcistica per decine e decine di squadre che si apprestano ad iniziare con entusiasmo un nuovo anno è ormai alle porte. È del tutto evidente come in questi impianti sportivi manchino le più elementari precauzioni in materia di tutela e prevenzione della salute.

Al Comune di Messina chiediamo di seguire l’esempio recentissimo del Comune di Savoca, dove nei giorni scorsi il consiglio comunale di Savoca ha autorizzato la Giunta ad acquistare dei defibrillatori automatici esterni per gli impianti sportivi cittadini, che possono essere utilizzati anche da personale non sanitario, ma che è stato istruito sul loro utilizzo. I defibrillatori automatici possono sicuramente rappresentare un’opportunità troppo importante nel caso di malore da parte di un atleta. Ma il Comune di Savoca ha stipulato già da un anno una convenzione con la Croce Rossa di Roccalumera per la presenza di una ambulanza professionale durante la disputa delle partite di calcio della squadra di casa. Alla luce di tutto questo, chiedo al sindaco Buzzanca di seguire l’esempio del primo cittadino di Savoca, predisponendo quanto necessario per l’acquisizione di defibrillatori automatici esterni e di farsi promotore di una convenzione con la Croce Rossa di Messina per garantire un’ambulanza fuori dal campo sportivo Marullo durante lo svolgimento delle numerose partite settimanali”.