Vertenza Mondialpol Security, l’Orsa chiede l’intervento del prefetto

Francesca Fusco 20130208 MG 6075
Francesca Fusco, segretario regionale Orsa Servizi

Stipendi pagati in ritardo, un'applicazione disinvolta del contratto del lavoro e il sospetto che gli iscritti al sindacato Orsa siano stati penalizzati rispetto al riconoscimento di un ruolo superiore.

Sul banco degli imputati la Mondialpol Security, società di vigilanza privata, cui il segretario regionale di Orsa Servizi Francesco Fusco contesta anche lo spostamento dei da un luogo all'altro di lavoro all' di uno stesso turno.

E visto che stando a quanto denuncia il sindacato la società rimane sorda agli appelli, l'Orsa ha deciso di chiedere l'intervento del prefetto di Messina Stefano Trotta perché convochi u incontro che faccia chiarezza sulla vertenza.

“Nonostante le numerose lettere in cui si chiedevano chiarimenti in merito a svariati argomenti -scrive il segretario Fusco- (organizzazione del lavoro, ritardo nel pagamento degli stipendi, passando da alcuni diritti previsti dal CCNL delle guardie particolari giurate, riconosciuti ad alcuni e solo successivamente ad altri) tutte le missive sono rimaste lettera morta.

Anzi, l'azienda si è semplicemente limitata a negare tutto ciò che abbiamo denunciato. Precisiamo, inoltre, che più volte abbiamo chiesto un incontro di confronto con la società, ma anche in questo caso nessuna risposta. Entrando nello specifico, ci chiediamo come mai un'azienda come la Mondialpol Security SpA, che vanta appalti importanti sul territorio di Messina, non riesca a garantire puntualmente il pagamento delle spettanze ai lavoratori, riconoscendo lo stipendio con il puntuale ritardo di quasi un mese.

Un altro interrogativo che ci poniamo è come mai una grande azienda come questa organizzi i turni dei lavoratori spostandoli da un cantiere all'altro e dividendo le ore da svolgere in due tranche: ad esempio, una prima parte al Policlinico e l'altra all'Università. E l'ultimo quesito, non in termini di importanza, è come mai la Mondialpol Security sia discrezionale nel riconoscimento dei diritti contrattualmente previsti.

E ci preme evidenziare che le maestranze a cui il diritto è riconosciuto in ritardo sono aderenti al nostro sindacato. L'Orsa Servizi si rivolge al signor prefetto perché ha da sempre dimostrato particolare attenzione al settore della vigilanza privata e riteniamo che sia l'unica istituzione in cui tutte queste tematiche inerenti a lavoratori armati possano trovare chiarimento o comunque si possa avviare un percorso virtuoso che dipani la matassa creatasi in quest'anno di mancata comunicazione”.

mm

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *