Sicilia, l’insostenibile leggerezza dell’essere dei 5 Stelle: vincono in soli 2 Comuni, ballottaggio in 3

Foto da FB

SICILIA. Hanno vinto in 2 comuni su 42 e sono al ballottaggio in 3. Numeri non particolarmente significativi, che però sono sufficienti alla parlamentare grillina Valentina Zafarana per dichiarare che “le vittorie di Caltagirone ed Alcamo a primo turno sono un segnale forte al governo della regione: preparate le valigie”. Non contenta, Zafarana aggiunge: “Una cosa è certa: il centrodestra, anche se insieme, perde. Le cassandre di sventura non hanno avuto ragione. Il responso delle urne è il primo passo verso un percorso che già dai prossimi giorni cominceremo a disegnare per arrivare, tra un anno, alla liberazione della Sicilia da uno dei governi peggiori che abbia mai avuto”. Dichiarazioni quantomeno incaute, visto che, fatti due conti, non è che tra primo e secondo turno si metta insieme chissà quale fetta di popolazione. I 5 Stelle hanno vinto ad Alcamo (45.371 abitanti, fonte ISTAT 2017) e Caltagirone (38.493, idem). Sono al ballottaggio a San Cataldo (22.865, idem), Lentini (23.761, idem) e Favara (32.527, idem). Numeri ridicoli: 84.314 abitanti se si

sommano solo i due Comuni nei quali hanno vinto al primo turno e 163.467 nel fortuito quanto improbabile caso che vincano al ballottaggio in tutti e tre. Pari, numero più, numero meno, al 3,3% dei residenti in Sicilia. Un dato è certo: se, come è probabile, il Governo Musumeci uscirà con le ossa rotte dalle regionali, difficilmente i grillini potranno ascriversene il merito. I numeri veri sono quelli di Palermo, Catania e Messina. È in queste città che si giocheranno le partite decisive e in nessuna delle tre i 5 Stelle hanno mai raggiunto numeri significativi. Anzi. Sulla stessa lunghezza d’onda di Zafarana il sottosegretario alle Infrastrutture Giancarlo Cancelleri, rilasciate prima dei dati definitivi. “Risultati entusiasmanti per il M5S in Sicilia. Ad Alcamo, Favara e Caltagirone si va verso vittoria al primo turno. San Cataldo e Lentini al ballottaggio. Questo dimostra la grande capacità di fare sinergia sui territori e rafforzare passo dopo passo l’asse innanzitutto con il Pd e con altre forze di sinistra e civiche. Caltagirone è l’avviso di sfratto al Governo Musumeci perché dimostra che la coalizione del M5S-PD e forze di sinistra battono il centrodestra anche se unito”. Ovviamente, sulle legnate prese nel resto del Paese (Roma e Torino in testa) neanche una parola.

Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *