#Sicilia. Edilizia selvaggia, no degli architetti alla sanatoria

Abusivismo_edilizio_SiciliansLa Consulta degli Ordini degli Architetti di Sicilia esprime viva preoccupazione in relazione all’emendamento che potrebbe essere votato martedì prossimo venturo dall’ Siciliana e che prevede una sanatoria per le costruzioni entro i 150 metri dalla costa. Gli architetti siciliani ribadiscono di essere contrari ad ogni ipotesi di condono edilizio che acclarerebbe lo scempio edilizio perpetrato sulle nostre coste.  Apprezzano la posizione espressa dal ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, che si è impegnato, nel caso in cui l’emendamento dovesse passare, a impugnare

il davanti alla Corte Costituzionale e, parallelamente, a rifinanziare il fondo messo a disposizione dei Comuni per l’abbattimento degli edifici abusivi realizzati in zone fortemente sensibili sul piano paesaggistico ed ambientale. Gli architetti siciliani sperano  inoltre che il presidente dell’ Siciliana Giovanni Ardizzone possa dichiarare l’inammissibilità di un emendamento, che se inopinatamente approvato metterebbe, tra l’altro, a rischio l’approvazione del disegno di legge di recepimento del Decreto Legislativo 380 del 2001 sul quale sperano e per il quale si sono prodigati accanto alla IV Commissione Parlamentare per ottenere un testo che fosse il più ampiamente condiviso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.