#Ragusa. Omicidio Loris, Veronica Panarello trasferita nel carcere di Agrigento

Veronica Panarello
Veronica Panarello

“Quella di costituirsi parte civile è una scelta che valuteremo io e il mio assistito”. A parlare è l’ Daniele Scrofani, il legale di Davide Stival, il padre del piccolo Loris, il bambino di Santa Croce Camerina, in provincia di Ragusa, ucciso il 29 novembre scorso.

“Parlarne
adesso è prematuro -chiosa Scrofani- perché siamo ancora alle indagini. Se si andrà a processo valuteremo la strada da scegliere”. L’ fa chiarezza anche sulla lettera scritta da Veronica Panarello, moglie di Stival e madre di Loris, al momento unica accusata della morte del bambino.
Scrofani nega che Stival abbia ricevuto dalla donna la lettera nella quale si dichiara innocente. Intanto Veronica Panarello è stata trasferita dal carcere di Catania a quello di Agrigento. Secondo il difensore dell’indagata, la decisione è dell’amministrazione penitenziaria.


Elio Granlombardo

Ama visceralmente la Sicilia e non si rassegna alla politica calata dall’alto. La “sua” politica è quella con la “P” maiuscola e non permette a nessuno di dimenticarlo. Per Sicilians segue l'agorà messinese, ma di tanto in tanto si spinge fino a Palermo per seguire le vicende regionali di un settore sempre più incomprensibile e ripiegato su se stesso. Non sopporta di essere fotografato e, neanche a dirlo, il suo libro preferito è “Conversazione in Sicilia” di Elio Vittorini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.