Patti, percepivano indebitamente il reddito di cittadinanza: nove soggetti denunciati

I Carabinieri del Comando Provinciale di Messina, unitamente al Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Messina, hanno denunciato in stato di alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Patti, diretta dal Procuratore  Angelo Vittorio Cavallo, nove persone ritenute responsabili di aver percepito indebitamente il sopracitato reddito di cittadinanza,così come erogato dall’I.N.P.S..

Al termine delle indagini, i Carabinieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Patti, hanno eseguito nei confronti dei nove soggetti, un decreto di sequestro finalizzato alla confisca delle somme indebitamente percepite, pari ad un totale complessivo di euro 31.767,64, così recuperate dallo Stato.

Il sequestro delle somme è stato disposto dal Gip presso il Tribunale di Patti, dott. Ugo MOLINA, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Patti, dott. Andrea Apollonia.

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.