Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Modica. Controlli antidroga nei luoghi della Movida, arrestato 22enne

Guardia di Finanza Modica hashish

Durante lo scorso settimana i finanzieri della Tenenza di Modica hanno intensificato i controlli nelle aree della movida. E, nella nottata di sabato, i militari hanno arrestato un ventiduenne marocchino accusato di spaccio di sostanza stupefacente.

Il giovane è stato sorpreso dai finanzieri mentre prelevava un involucro da un pozzetto di un contatore idrico di un’abitazione in pieno centro. Alla vista dei militari, il ventiduenne ha tentato di fuggire non prima di disfarsi del sacchetto. Ma, dopo un breve inseguimento è stato bloccato.

L’involucro recuperato conteneva otto stecchette di hashish, per un totale di circa 14 grammi, già confezionate e pronte per la vendita.

Il responsabile, con diversi precedenti specifici, è stato condotto in caserma in stato di fermo e successivamente l’Autorità Giudiziaria ne ha disposto gli arresti domiciliari.

“L’operazione di servizio – spiegano dal Comando Provinciale di Ragusa della Guardia di Finanza – si aggiunge ai recenti maxi-sequestri di due piantagioni di marijuana rinvenute nel comprensorio vittoriese e all’esecuzione delle sei ordinanze di custodia cautelare per spaccio di sostanze stupefacenti, a testimonianza dell’impegno e della incisività del Corpo nel contrasto alla produzione e spaccio di droga, in una porzione di territorio in cui il fenomeno illecito assume dimensioni allarmanti in quanto coinvolge molti giovani, spesso minorenni”.

Armando Montalto

Tra la metà dei Novanta e i primi Duemila ha cambiato città, paese e occupazione con la rapidità di un colibrì. Insomma, questo quarantenne messinese, dopo aver fatto consegne a Canal Street, parlato in nome della UE, letto Saramago, tirato sassi sul Canal Saint Martin e bevuto fiumi di birra ha deciso. Tornare a casa, mettere su famiglia e la testa a posto. Oggi si divide tra libri, mare e famiglia. Intanto, prova a scrivere e a raccontare Messina.