Milazzo, petizione online per salvare gli alberi di piazza Marconi

P.zzaMarconi Milazzo SiciliansMESSINA. Oltre 700.000 euro per la riqualificazione di piazza Marconi a Milazzo, ma a farne le spese saranno gli alberi monumentali della elementare del Capo di Milazzo e per salvarli c’è una petizione da firmare. “Stando ai disegni pubblicati sui social da componenti l’amministrazione comunale -spiega Peppe Falliti, responsabile provinciale dell’ISDE-Associazione Medici per l’Ambiente– il taglio di tutti gli alberi monumentali, l’eliminazione della storica fontana e l’installazione di panchine per caricare i cellulari. Allargare le aiuole dopo aver tagliato gli alberi monumentali è la falsa notizia di “incremento di verde”. Nessun intervento è stato programmato per la riqualificazione della vecchia stazione e si assiste alla creazione

di un’area dissociata dal contesto urbano. Quattro gli architetti coinvolti in un progetto che potrebbe consistere solo in manutenzione dell’esistente. Costose e inutili panchine web che potrebbero essere più utili in zone centrali di Milazzo, dove i giovani frequentano per stare in mezzo alla gente piuttosto che favorirne l’ulteriore isolamento. Si giustificano alcuni in previsione di eventi in una città che in passato ha organizzato con scarsa sensibilità ambientale concerti in zone protette”.

Secondo l’ISDE, gli alberi di piazza Marconi sono da considerare monumentali ai sensi dell’articolo 7, comma 3, della Legge 14 gennaio 2013 n° 10. Invece, “l’amministrazione milazzese ha agito privando i cittadini del principio della democrazia partecipata e distruggerà un bene pubblico naturale di irripetibile bellezza con sperpero del nostro denaro. Per evitare il delitto del taglio degli alberi invitiamo a firmare e diffondere la petizione https://chng.it/LsfcLjPG”.