Milazzo, il 15 luglio alla Villa Vaccarino la presentazione del libro del Maresciallo Mimmo Italiano

IMG 20220706 WA0071Uno di quei giorni che ti cambia definitivamente la vita. Un giorno davvero  tragico, l’8 marzo 1997 che il Maresciallo dei carabinieri Mimmo Italiano ha reso pubblico nelle pagine del libro “Mi hanno lasciato senza”, curato dalla giornalista Valentina Di Salvo. Il racconto della perdita della gamba ma anche della rinascita, i sogni infranti ma anche la gioia di essere ancora vivo. Questo e molto altro si potrà leggere nel libro di Mimmo Italiano, ormai in congedo ma carabiniere per sempre: “Sono molto emozionato per l’uscita del libro per il quale ringrazio l’editore Antonio Lombardo, le Associazioni che hanno prestato il patrocinio, gli organizzatori dell’evento, i relatori e tutte le persone a me vicine” ha dichiarato il Maresciallo Italiano. Un insieme di emozioni che proverà a raccontare il 15 luglio durante la presentazione a Villa Vaccarino alle 19.30. “Non si smette di essere carabiniere se si va in pensione o si perde una gamba. Facile ridurre tutto ad un

avverbio, ex. Ma non è così”. Mimmo Italiano continua oggi a rivestire una funzione sociale molto importante attraverso l’associazione AMDAS e l’associazione Sostegno. Per non parlare degli attestati ricevuti in questi anni come il diploma di dottore honoris causa nel 2017, i vari progetti di sensibilizzazione nelle scuole, beneficenza nei confronti dei bambini africani. Tante le cose che hanno contribuito al percorso di rinascita del Maresciallo Mimmo Italiano, tutte volte a fare del bene, perché da quello che lui ha dovuto subire, potesse ricavarsi qualcosa per cui valesse la pena andare avanti. Sarà una serata il 15 luglio da non perdere, piena di emozioni, riflessioni, musica. Ad intervallare il racconto di Italiano, la cantante Tiziana Merulla e altri addetti ai interverranno durante la presentazione del libro, a cominciare dall’assessore Francesco Alesci in rappresentanza dell’amministrazione per proseguire poi con Ugo Maurizio Cotugno Luogotenente CS dei Carabinieri in quiescenza, la Dott.ssa Enza Blunda Responsabile del Servizio Trasfusionale di Milazzo, Padre Marco D’Arrigo Parroco SS. Pietro e Paolo in Messina, Presidente dell’Associazione “Il Pozzo di Sicar” Milazzo, il  Dott. Marco Italiano Psicologo Psicoterapeuta, la Dott.ssa Donatella Manna competente in scienze dell’educazione e l’editore Antonio Lombardo


Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.