Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Ente Teatro, stagionalizzazione orchestrali: la FP Cgil all’attacco

orchestra-688190_640Dopo la riunione convocata per discutere la posizione degli orchestrali del Teatro Vittorio Emanuele di Messina la FP CGIL dissotterra l’ascia di guerra. Alcuni giorni fa il sindacato aveva inviato una nota al soprintendente Nino Saija e al Consiglio di Amministrazione dell’Ente per chiedere chiarimenti rispetto al “Progetto Orchestra Teatro Vittorio Emanuele” e alla contestuale stagionalizzazione dei musicisti.

Il segretario generale della FP CGIL Clara Crocè e il coordinatore del comparto Regione Rosa Raffa hanno chiesto di conoscere i motivi per i quali gli orchestrali non hanno ancora sottoscritto alcun contratto di lavoro e quale normativa di riferimento L’Ente Teatro di Messina intenda applicare.

“Dopo aver ottenuto che l’argomento fosse inserito all’ordine del giorno -dichiarano la Crocè e la Rafa- inspiegabilmente tutte le altre organizzazioni sindacali non hanno voluto discutere l’ipotesi di un accordo integrativo che potesse evitare il ricorso a contratti di prestazione professionale.

Tra l’altro, sono pochissimi gli orchestrali che sono in possesso della partita IVA e non comprendiamo i motivi per i quali non possa essere sottoscritto un contratto integrativo che preveda l’applicazione del contratto dei lavoratori regionali, considerato che l’Ente Teatro, in qualità di ente economico, è soggetto alla legge regionale 10 del 2000. Quindi, l’adozione di una contrattazione diversa rischia di determinare la nullità dei contratti stessi, come peraltro stabilito dal Tribunale di Messina nell’udienza del 6 ottobre 2015″.

I sindacati hanno escluso anche la possibilità di sottoscrivere un accordo che in attesa di un chiarimento da parte della Regione o di una eventuale deroga all’applicazione del contratto dei regionali, preveda la stagionalizzazione degli orchestrali, applicando  loro il contratto dei lavoratori dello spettacolo. La FP CGIL deciderà in assemblea con i lavoratori le iniziative di mobilitazione da intraprendere nei prossimi giorni.