Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

#Messina. Emergenza abitativa, alla ex Foscolo si recupera il secondo piano

Casa occupataVisti i silenzi dell’amministrazione Accorinti su morosità incolpevole ed emergenza abitativa, le famiglie che occupano la ex scuola Foscolo in via Palermo vanno avanti con il progetto di rendere abitabile il secondo piano.

L’Associazione Inquilini e Abitanti USB Messina lancia un appello alla città e chiede aiuto.

“Mentre il Comune continua a latitare sull’emergenza abitativa, con le graduatorie bloccate e persino la neutralizzazione del bando sulla morosità incolpevole, alla ex Foscolo le famiglie proseguono con l’autorecupero del secondo piano -scrivono i portavoce.

Si tratta di famiglie che pur rientrando

a pieno della normativa, se non avessero scelto la via dell’occupazione oggi si troverebbero in mezzo ad una strada.

Molto è già stato fatto ma i lavori da fare sono ancora tanti così come le cose che servono. Chiediamo quindi di fornire loro un aiuto concreto, donando quello che ancora manca. Non si tratta di beneficenza né di carità, ma di un atto di complicità con chi, in quest’epoca di colonialismo finanziario, resiste alla barbarie autorganizzandosi“.

All’appello mancano tavoli (3), piani cottura (2), frigoriferi (2), una lavatrice, lavelli (2), reti letto (5), materassi (5), forni (2), armadi (2), piatto doccia (2), miscelatori per doccia (2), boiler (2), tubo polietilene (almeno 12 metri), porta + cassa matta, ducotone, rulli e pennelli, cemento, mattoni forati e pieni. Chi vuole contribuire può telefonare al 342- 0653212.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.