#LegaPro. La doppietta di Madonia affonda il Catania: 2-0 per il Messina

Madonia contro la Casertana (foto Elena Anna Andronico)
Madonia contro la Casertana (foto Elena Anna Andronico)

Il Messina batte il Catania per 2-0 e accede al terzo turno di Coppa Italia di Lega Pro. Decide la doppietta di Madonia, che con un gol per tempo approfitta di due svarioni difensivi del Catania. I quasi 4.000 del San Filippo esultano per una vittoria che dà certamente morale in vista del campionato. Leggero turnover per il Messina di Lucarelli. Berardi in porta, difesa a quattro con Mileto e De Vito sulle fasce, Maccarrone e Bruno centrali. A centrocampo torna titolare Capua, affiancato dai sempre presenti Musacci e Mancini. In attacco troviamo il tridente di inizio stagione, con Madonia e Milinkovic sugli esterni e Pozzebon al centro. Il Catania opta per un turnover più corposo: Pisseri è uno dei titolari e va ancora in porta, Djordjevic e De Rossi sugli esterni, Nava e De Santis centrali. Al centrocampo Fornito, ex di turno, agisce insieme a Scoppa e Silva. Il tridente è formato da Calil, Russotto e Piscitella.

A inizio partita subito un ricordo di Tonino Currò da parte della curva, tifoso del Messina scomparso nel derby promozione del 2001 per una bomba lanciata dai tifosi del Catania. Al 9′ la prima occasione è del Messina: Madonia sulla sinistra supera un avversario e mette il pallone al centro, Milinkovic calcia col destro al volo, la palla sbatte a terra e superata di poco la traversa. Dopo due minuti ancora Messina: cross di De Vito, Pisseri battuto e Pozzebon non arriva di un niente. I peloritani hanno iniziato benissimo il derby.

Foto Antonio Maimone
Foto Antonio Maimone

Prova la reazione il Catania: un errore difensivo favorisce Scoppa che calcia dalla distanza, blocca in due tempi Berardi. Siamo al 18′. Al 26′ ancora etnei in avanti, questa volta con più pericolosità, ma Silva la mette fuori dopo un bel cross di Djordjevic. Un minuto più tardi il Messina va in vantaggio: Madonia ruba palla a De Rossi sulla trequarti, si invola tutto solo verso la porta e batte Pisseri col destro. 1-0 per il Messina al 27′.

Reagisce il Catania

alla mezz’ora con Fornito, che prova un sinistro al volo dal limite, ma la palla termina di molto alta sopra la traversa. Al 43′ il Messina reclama un calcio di rigore per un un probabile fallo su Pozzebon di De Rossi, l’arbitro non fischia. Al 45′ tiro-cross di Russotto, la palla è deviata da De Vito e Berardi riesce a salvare la porta con un bel guizzo sulla sua sinistra. All’ultimo secondo del primo tempo ci prova Calil dopo aver rubato palla sulla trequarti, palla alta sopra la traversa difesa da Berardi. Finisce così la prima frazione di gioco, 1-0 per il Messina sul Catania.

I primi minuti della non offrono granché, se non qualche battibecco a bordo campo tra Rea e l’ex Barisic durante il riscaldamento, poi tutto rientrato dopo alcuni secondi. Al 9′ cross nell’area del Messina, Calil non ci arriva e Russotto la rimette al limite per Silva che calcia col sinistro, palla alta. Primo cambio nel frattempo per il Catania: fuori Piscitella, dentro Anastasi.

Al 16′ calcio di punizione di Fornito, palla deviata da Berardi in angolo. Cambio per entrambe le squadre: fuori un buon Mancini, dentro Akrapovic per il Messina, fuori Silva e dentro Barisic per il Catania. Gli etnei passano con il modulo a quattro attaccanti. Si rivede il Messina al 25′: cross dalla destra di Milinkovic e colpo di testa di Pozzebon e palla fuori alla destra di Pisseri. Catania pericoloso al 28′: Anastasi servito in area da Barisic calcia col destro dentro l’area di rigore, Berardi salva la porta con un prodigioso intervento mandando la palla in angolo.

Al 32′ cambio per il Messina: fuori Pozzebon, dentro Rea. Un difensore in più dunque per contrastare il folto attacco del Catania. 5-3-2 per i peloritani. Al 34′ il raddoppio del Messina: liscio in area di rigore di Scoppa, Madonia prende il pallone e lo scaraventa in rete. Doppietta e 2-0 per il Messina. La partita sembra chiusa. Terzo cambio per il Messina: fuori De Vito, dentro Grifoni. Siamo al 37′. Ultimo cambio anche per il Catania: fuori Fornito, dentro Piermarteri.

Finisce qui: il Messina batte 2-0 il Catania e accede al terzo turno di Coppa, dove affronterà la vincente di Taranto-Cosenza. Domenica alle 20.30 si torna in campo in campionato, al San Filippo arriva la corazzata Matera.

Foto Antonio Maimone
Foto Antonio Maimone

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *