Isole Eolie, gestione illecita di rifiuti a Vulcano: tre assoluzioni

MESSINA. Il giudice monocratico del tribunale Lipari ha assolto per “insussistenza del fatto” un noto imprenditore 56enne nebroideo e il proprio dipendente, nonché l’amministratrice della società dal reato di gestione illecita di nell’ isola di Vulcano. Il processo, avviato nel 2015, vedeva a imputati i tre per avere illecitamente trasportato e scaricato nell’ isola non pericolosi. I legali degli indagati Assunta Lombardo (che ha sostituito il precedente avvocato Maria Cicero) e Francesca Giuffrè hanno nella loro arringa evidenziato l’ insussistenza della gestione illecita, allegando una perizia che ha dimostrato ch I altro non erano che sanitari di bagni in perfetto stato d’ uso, e non invece rifiuti, così come sostenuto dalla pubblica accusa.Tribunale giustizia

Carmelo Amato

Il giornalismo è la sua ragione di vita. Indistruttibile, infaticabile, instancabile, riesce a essere sul posto “prima ancora che il fatto succeda”. Dalla cronaca nera allo sport nulla gli sfugge. È l’incubo degli amministratori comunali, che se lo sognano anche di notte e temono i suoi video e i suoi articoli nei quali denuncia disservizi e inefficienze e dà voce alle esigenze dei suoi concittadini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.