Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Il Messina tradito da un episodio. La Salernitana vince 2-0

Foto Paolo Furrer
Foto Paolo Furrer

Finisce 2-0 la gara valida per i sedicesimi di Coppa Italia di Lega Pro. Il Messina esce sconfitto dallo stadio Arechi di Salerno grazie alle reti di Calil e Colombo nella ripresa.

I giallorossi si sono comportati bene al cospetto di una Salernitana in formazione rimaneggiata. Decisivo l’episodio del 73’, quando Marin viene espulso per un fallo in area di rigore da parte di Stefani su Colombo. Da lì il Messina è sparito dal campo, subendo anche la seconda rete proprio dello stesso terzino granata.

I due allenatori schierano in campo due squadre parzialmente rimaneggiate. Per i peloritani torna tra i pali Lagomarsini, mentre in difesa accanto al confermatissimo Stefani esordisce dal primo minuto De Bode. Anche Marin e Bortoli partono per la prima volta dall’inizio, mentre sulla mediana torna titolare Nigro, che affiancherà Bucolo, squalificato per la partita di domenica col Foggia. Torna, ma solo in panchina, Bjelanovic, con Bonanno e Orlando terminali offensivi vista anche la squalifica di Giorgio Corona.

Per la Salernitana confermato il tridente Mounard-Mendicino-Ginestra. I campani sono i detentori del titolo, e vogliono fare bella figura davanti alle poche centinaia di persone presenti all’Arechi.

Nel primo tempo regna l’equilibrio. Le due squadre fanno girare molto palla a centrocampo, ma la Salernitana sembra più determinata e all’11’ ecco la prima occasione granata con Ginestra, che su calcio di punizione impegna severamente Lagomarsini, costretto a mettere in angolo.

Per vedere la risposta dei peloritani bisogna aspettare la mezz’ora, con Orlando che non riesce a sfruttare un’ottima occasione sotto porta su azione di calcio piazzato battuto da Bucolo. Al 36’ grandissima occasione per la Salernitana. Sugli sviluppi di un corner, Bianchi si ritrova la palla giusta per l’1-0, ma Lagomarsini riesce a respingere.

Sulla ribattuta prima Mounard e poi ancora Bianchi provano a mettere in porta, ma questa volta è De Bode ad immolarsi e mettere la palla di nuovo in calcio d’angolo. Al 39’ il Messina chiede un calcio di rigore per una trattenuta di Ginestra su De Bode in area campana. Proteste veementi dei peloritani, ma per Fourneau non ci sono gli estremi per il tiro dagli undici metri. All’intervallo si è sullo 0-0, match decisamente equilibrato.

Nella ripresa subito Salernitana in avanti. Mounard e Ginestra nel giro di due minuti sparano alto da buona posizione. Al 53’ occasione incredibile per Orlando, che imbeccato in area di rigore da De Bode liscia clamorosamente il pallone a tu per tu col portiere Russo. Al quarto d’ora della ripresa Bortoli spreca un contropiede in superiorità numerica.

Il numero 10 giallorosso sbaglia completamente il passaggio decisivo per Bucolo, con la palla messa successivamente sul fondo dallo stesso Bortoli. Al 68’ ci prova Giandonato dai trenta metri, la sua conclusione è di poco alta sopra la traversa della porta difesa da Lagomarsini. Un minuto dopo Bjelanovic, appena entrato in campo al posto di Orlando, fallisce da pochi passi un’ottima occasione creata da Benvenga sulla fascia. L’attaccante croato colpisce di testa, ma indirizza centralmente tra le braccia di Russo.

Al 73’ Salernitana in vantaggio: ingenuità difensiva di Marin e Stefani e il centrale stende Colombo in area di rigore, ma l’espulso è Vlad Marin, erroneamente cacciato dall’arbitro. Dagli undici metri Calil batte Lagomarsini per l’1-0 granata. Quattro minuti dopo il raddoppio dei padroni di casa è firmato da Riccardo Colombo. Ottima azione sulla sinistra, cross al centro di Franco e Colombo, tutto solo in area, mette alle spalle di Lagomarsini.

La partita scorre stancamente fino alla fine. L’equilibrio del match è durato fino al 73’, poi l’espulsione di Marin e il rigore di Calil hanno portato la vittoria alla squadra campana. Un Messina ben messo in campo e con molta personalità esce sconfitto immeritatamente dall’Arechi.

TABELLINO.

Salernitana – Messina 2-0
73’ Calil (rig.), 77’ Colombo.

US Salernitana
Russo, Colombo, Franco, Giandonato, Bianchi, Tuia, Mounard (87’ Grillo), Castglia, Mendicino, Ginestra (70’ Calil), Volpe (65’ Pestrin).

A disposizione: Ronchi, Trevisan, Pezzella, Cappiello. Allenatore: Sig. L. Menichini.

ACR Messina
Lagomarsini, Benvenga, Marin, Bucolo, De Bode, Stefani, Orlando (61’ Bjelanovic), Pepe V., Bonanno, Bortoli (75’ Stampa), Nigro (59’ Damonte).

A disposizione: Iuliano, Silvestri, Donnarumma, Izzillo. Allenatore: Sig. G. Grassadonia.

Arbitro: Sig. F. Fourneau di Roma 1.

Note – Ammoniti: Bonanno (M), Franco (S). Espulso: Marin (M)
Recupero: 1’ e 4’.

Giuseppe Marino

Laureato in Giornalismo all'Università degli studi di Messina. Si occupa a tutto campo della sezione sportiva di Sicilians, con un occhio di riguardo verso il calcio nostrano. Vi racconterà di tutto e di più sull'ACR Messina e sul panorama sportivo regionale.