I Carabinieri di Falcone arrestano tre persone per tentata estorsione aggravata e possesso di armi

Carabinieri siciliansMESSINA. Stamani, esecuzione di un’ordinanza di applicazione di misura cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Patti, i Carabinieri della Stazione di guidati dal LuogotenenteAngelo Floramo, hanno arrestato 3 persone (due barcellonesi e uno di Terme Vigliatore) per tentata estorsione aggravata, tentato incendio aggravato e possesso di armi ed arnesi atti ad offendere, reati accertati nel corso di diretta dalla Procura della Repubblica di Patti.

I fatti che hanno portato al fermo hanno avuto origine da un incidente stradale, avvenuto a nel mese di giugno 2021, tra un fuoristrada e un motociclo il cui conducente di quest’ultimo mezzo è rimasto gravemente ferito. Le attività investigative effettuate dai Carabinieri della Stazione di Falcone e coordinate dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Patti responsabile dell’indagine, hanno permesso di accertare che, all’atto dell’incidente, i tre indagati a bordo del fuoristrada stavano inseguendo

un camion carico di balle di fieno con il cui autista poco prima avevano avuto una lite. La ricostruzione dei fatti effettuata anche attraverso la visione delle immagini estrapolate dagli impianti di videosorveglianza presenti lungo il percorso dell’inseguimento ha permesso di accertare che prima dell’incidente, il conducente del camion si trovava in un’area di sosta di Terme Vigliatore, per concordare con gli indagati la consegna di alcune balle di fieno. I tre uomini al fine di farsi consegnare gratuitamente il fieno, hanno rivolto minacce di intimidazione all’autista dell’autocarro. Tuttavia il conducente del camion si rifiutava e dopo essere salito sul mezzo si allontanava. Gli indagati, quindi, risaliti a bordo del fuoristrada, si ponevano all’inseguimento dell’autocarro sino a Falcone allorquando causavano il sinistro stradale. Durante l’inseguimento i tre hanno più volte tentato di bloccare il camion, cercando di incendiare, con un accendino, poi rinvenuto addosso a uno degli inseguitori, le balle di fieno trasportate sul cassone dell’autocarro inseguito.

I tre arrestati sono stati ristretti rispettivamente uno nella Casa Circondariale di Termini Imerese, uno nella Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto ed il terzo è stato sottoposto agli arresti domiciliari nella propria abitazione.