Emergenza rifiuti, la Regione apre la discarica di Motta Sant’Anastasia

La discarica di Mazzarrà Sant’Andrea sequestrata nei giorni scorsi

La Regione Sicilia apre le porte della discarica di Motta Sant’Anastasia per i rifiuti di Messina e di altri 73 Comuni dell’Isola.

Il sito è in provincia di Catania e per Messina il trasporto sarà molto più costoso che in quello di Mazzarrà Sant’Andrea.

Ma dopo la chiusura di quest’ultimo e con una città di 240 mila abitanti che produce 300 tonnellate di immondizia al giorno in ginocchio a neanche 48 ore dallo stop del conferimento, non c’erano altre alternative.

L’amministrazione regionale si è pronunciata solo oggi pomeriggio e l’assessore all’Ambiente del Comune di Messina Daniele Ialacqua si dichiara soddisfatto.

“Con la firma di questa ordinanza -spiega- si scongiura un’emergenza totale, che poteva verificarsi non solo a Messina, ma anche in numerosi Comuni limitrofi. Da stasera si avvia una nuova fase di gestione di smaltimento dei rifiuti, che comporta delle problematiche per la lontananza del sito e potrà esaurirsi soltanto nel momento in cui si completerà l’iter per il finanziamento

della raccolta porta a porta e con l’affidamento della gara per la piattaforma di Pace. Solo allora il Comune di Messina potrà chiudere all’interno del proprio territorio il ciclo dei rifiuti”.

Discarica Mazzarrà Sant'Andrea sequestro 3-11-2014 c

“Finalmente è arrivata l’autorizzazione che chiedevamo da giorni -aggiunto il commissario liquidatore di MessinAmbiente Alessio Ciacci. Ora inizieremo le operazioni di scarico dei mezzi e ci vorranno alcune ore prima di riavviare con regolarità la raccolta e il delle giacenze a terra. Ringraziamo la cittadinanza per la preziosa collaborazione e chiediamo le ultime ore di pazienza. Non è una soluzione definitiva ed è anche più costosa”.

Ciacci si dichiara convinto che il suo essersi simbolicamente incatenato ieri davanti alla Regione Sicilia, “al pari della pressante insistenza del sindaco Accorinti e dell’assessore Ialacqua” abbia “sbloccato una situazione pericolosa per Messina”. Il commissario di MessinAmbiente intende chiedere l’attivazione di un tavolo regionale per la programmazione dei rifiuti in Sicilia.


Elisabetta Raffa

Giornalista professionista dal secolo scorso, si divide equamente tra articoli di economia e politica, la cucina vegana, i propri cani, i libri, la musica, il teatro e le serate con gli amici, non necessariamente in quest’ordine. Allergica ai punti e virgola e all’abuso dei due punti, crede fermamente nel congiuntivo e ripete continuamente che gli unici due ausiliari concessi sono essere e avere. La sua frase preferita è: “Se rinasco voglio essere la moglie dell’ispettore Barnaby”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.