Resta sempre aggiornato e seguici sui social, clicca "Mi Piace"

Dame e cavalieri, il fascino immutabile dei Templari

In tempo di internet dame e cavalieri attirano ancora e, forse, fanno sognare. Messina non fa eccezione e così l’Associazione dei cavalieri templari federiciani ha recentemente aggiunto nuovi volontari.

“Con questa cerimonia, la nostra confraternita ha raggiunto i trenta membri.-spiega Enzo Ruggeri, responsabile della Commendataria di Messina. La nostra associazione è la prima in Italia a ricevere la bandiera commendataria dell’ordine”. Facendo un salto indietro nel tempo, i cavalieri templari federiciani di oggi sono direttamente collegati all’Ordine dei templari, sciolto nel 1314 con l’esecuzione sul rogo dell’ultimo Maestro Jacques De Molay per volere di Filippo il Bello e papa Clemente V.

“L’ordine è stato riammesso da Giovanni Paolo II- spiega Ruggeri. Come associazione siciliana, operiamo già da un anno. Adesso stiamo lavorando per allargare il gruppo e per il grande evento dell’anno giubilare. Dal 23 dicembre 2012 al 23 dicembre 2013 saremo impegnati nell’accoglienza degli ordini templari di tutto il mondo, perché Messina diventerà la sede privilegiata dell’Ordine”.

 L’associazione ha fini filantropici e invita i propri volontari all’impegno sociale. “Come confraternita, il nostro obiettivo è quello di avvicinare le famiglie alla Chiesa- spiega Ruggeri. Siamo devoti alla Madonna  e infatti la nostra festa ricorre l’8 dicembre, giorno dell’Immacolata Concezione, e non accettiamo la massoneria. Il nostro priore, Corrado Armeri, è anche coordinatore dell’Ordine del templari federiciani di tutta Italia, oltre che del priorato della Trinacria e di Malta”.

Federico II di Svevia

La sede è per il momento provvisoria e trova appoggio presso i locali privati dei membri dell’Ordine. “Stiamo cercando una sede fissa e abbiamo contatti con le amministrazioni comunali. Abbiamo fatto richiesta e ci piacerebbero alcune sedi come il monastero di Mandanici o l’ex convento di Forza d’Agrò, ma è ancora tutto da vedere. L’anno prossimo tutto il mondo templare si riverserà in Italia e in Sicilia e dobbiamo prepararci anche avendo una sede nostra. Nel frattempo, ci prepariamo ad un grande evento previsto per dicembre, quando incontreremo la principessa Yasmin von Hohenstaufen, diretta discendente di Federico II di Svevia”.

L’anno giubilare sarà l’occasione per rinnovare lo statuto dell’Ordine, che è ancora quello della regola monastica istituita nel 1129. “Abbiamo intenzione di organizzare parecchi eventi per l’occasione -continua il Commander. Sono previsti convegni e congressi per il totale rinnovo dell’ordine”.

Intanto, i novelli templari siciliani  si preparano all’elevazione di dame e cavalieri per la seconda domenica di ottobre, quando saranno eletti anche il nuovo Priore e l’ambasciatore dei Templari di Sicilia nel mondo.

Francesca Duca

Ventinovenne, aspirante giornalista, docente, speaker radiofonica. Dopo una breve parentesi a Chicago, torna a preferire le acque blu dello Stretto a quelle del lago Michigan. In redazione si è aggiudicata il titolo di "Nostra signora degli ultimi" per interviste e approfondimenti su tematiche sociali che riguardano anziani, immigrati, diritti civili e dell'infanzia.Ultimamente si è cimentata in analisi politiche sulle vicende che animano i corridoi di Palazzo Zanca.